web analytics

Ubuntu 16.04 Xenial Xerus in EOL, ecco come aggiornare a Ubuntu 20.04

ubuntu 16.04.4 lts

State ancora utilizzando Ubuntu 16.04 Xenial Xerus? Se sì allora avete un problema, perché questa gloriosa LTS è entrata ufficialmente in EOL (End of Life). Che cosa significa? Niente più aggiornamenti di sicurezza, stop alle patch e al bug fixing. Non solo: si fermano anche gli aggiornamenti delle app tramite i normali repository di Ubuntu. In buona sostanza: se emerge qualche problema grave su Xenial Xerus nessuno lo metterà a posto. A meno che…

Ubuntu 16.04 ESM? Sì, ma per le aziende

Ubuntu 16.04 LTS è stata una LTS molto interessante, sarà ricordata come l’ultima con il desktop Unity a bordo. Xenial è stata la prima versione di Ubuntu a supportare il filesystem ZFS e le Snap app. Veniva rilasciata con una modalità a basso consumo ottimizzata e con GNOME Software al posto dell’Ubuntu Software Center.

Le aziende che non sono in grado (o semplicemente non vogliono) abbandonare questa versione di Ubuntu possono pagare per ricevere un supporto esteso, noto come ESM. Ubuntu 16.04 ESM sarà supportato fino al 2024 con patch di sicurezza critiche. Maggiori dettagli su ESM possono essere trovati sul sito ufficiale di Ubuntu.

Tuttavia, ESM non è destinato agli utenti desktop. Gli utenti “domestici” dovrebbero piuttosto valutare un aggiornamento verso una release più recente, magari Ubuntu 20.04.2 LTS. Sebbene non venga fornito con il desktop Unity, so che molti sono “spaventati” dal salto Unity-GNOME, è un passo avanti necessario.

Che io sappia (correggetemi nella sezione dei commenti se sbaglio) non è possibile aggiornare direttamente da Ubuntu 16.04 a Ubuntu 20.04: prima è necessario passare per Ubuntu 18.04. Per procedere, dopo aver eseguito un accurato backup, date i seguenti comandi da terminale:

  • sudo apt update && sudo apt upgrade
  • sudo do-release-upgrade

Ubuntu 21.10 – prime daily builds

Indri ubuntu 21.10

A proposito di nuove release: sono ufficialmente disponibili le prime daily builds di Ubuntu 21.10, nome in codice Impish Indri. Per ora non ci sono particolari novità da segnalare. Le prime settimane vengono solitamente impiegate per sincronizzare le importazioni, aggiornare gli strumenti e i requisiti vari. Tutte le buone nuove arriveranno prossimamente.

Se volete seguire gli sviluppi e provare le novità in VM sappiate che trovate le nuove immagini .iso qui.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
scheduling scheduler
[Guida] Sysadmin: come efficientare i processi in GNU/Linux e BSD