web analytics

Open Source: anche Amburgo sulla scia di Monaco

linux amburgo open source
La migrazione dal software proprietario Microsoft alle alternative open source comporta un’importante serie di vantaggi. Ad esempio, si azzerano i costi dovuti alle licenze e si ha un maggiore controllo locale sul codice che alimenta il tutto, e questo è uno dei motivi per cui alcune autorità di tutto il mondo stanno valutando tale transizione. Dopo Monaco di Baviera, il cui caso è molto curioso perché c’è stato un continuo cambio di idee nel corso degli anni, che ha portato solo a un gran pasticcio, anche Amburgo vuole dotare la pubblica amministrazione di software open source.

Secondo quanto riferito dal tedesco Der Standard, Amburgo sta cercando di abbracciare il software open source nel tentativo di ridurre la dipendenza dai prodotti a pagamento e diventare quello che viene descritto come “un modello di sovranità digitale”.  Come a Monaco, anche in questo caso l’obiettivo è evitare prevedibili dipendenze da un solo produttore secondo il principio “soldi pubblici, codice pubblico“. Si vuole anche favorire lo sviluppo interno di software. Ad appoggiare questa “rivoluzione open” è il partito politico dei Verdi:

Il rapporto indica che il piano è ancora agli inizi anche se la transizione a un modello open source sembra essere solo una questione di tempo a questo punto.

Amburgo, soluzione open source

amburgo open source
La città di Amburgo

Ciò che non è ancora chiaro è se Amburgo stia pianificando un passaggio completo all’open source o solo una transizione parziale. Con transizione parziale si intende, ad esempio, un primo passo che prevede la sostituzione di software proprietari con alternative open. Mi riferisco, ad esempio, all’avvicendamento tra Microsoft Office e LibreOffice. Se quello che Amburgo sta progettando è un passaggio completo all’open source, allora Linux prenderà il posto di Windows ma non è ancora noto quale distribuzione verra utilizzata sul parco macchine. Monaco di Baviera, ad esempio, aveva creato il proprio progetto LiMux per alimentare la transizione al software open source, sostituendo al contempo Microsoft Office con OpenOffice (e solo in seguito con LibreOffice). Non ci resta che aspettare gli sviluppi e vedere come e con quali tempistiche Amburgo darà il via libera a questo ambizioso piano.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
sysadmin gnu linux
Sysadmin GNU/Linux, ecco quattro comando utili e poco conosciuti