Adobe ricomincia a supportare Flash su Linux!

59
51
FlashPlayer

No non è uno scherzo, e sì, avete letto bene.

Adobe ha annunciato che, 4 anni dopo il suo abbandono, ricomincerà a supportare Adobe Flash su Linux.

Ma andiamo con ordine.

Nel lontano 2012 la compagnia ha annunciato che non avrebbe più sviluppato nuove versioni del suo NPAPI Flash player plugin per Linux (pur continuando a rilasciare aggirornamenti di sicurenzza fino al 2017).

Qualche giorno fa in un piccolo annuncio pubblicato sul blog ufficiale Adobe ha compiuto un’ inversione a U rispetto alla direzione presa nel 2012 mettendo a disposizione una beta di Adobe Flash per Linux.

 “In the past, we communicated that NPAPI Linux releases would stop in 2017. This is no longer the case”

“In passato abbiamo comunicato che nel 2017 sarebbe cessato definitivamente il supporto per Linux ma le cose non stanno più così.”

Wait, WHAT?!

adobe flash player linux

Sì lo ripetiamo, Adobe ha ricominciato a sviluppare il plugin NPAPI per Linux. Plugin che non funzionerà in alcune app (vedi Google Chrome) mentre in altre dovrebbe funzionare perfettamente (Mozilla Firefox ad esempio).

Per ora non è prevista l’introduzione di alcune funzionalità quali GPU acceleration, Stage 3D, etc.

Ma Adobe non si ferma qui e afferma anzi che verrà aggiornata regolarmente anche la versione PPAPI, così facendo il plugin per Linux sarà presto al livello di quelli rilasciati per Mac e Windows.

Adobe, perchè?

Adobe per giustificare il cambio di marcia ha addotto motivazioni più che valide “vogliamo mettere a disposizione della community di Linux un plugin aggiornato e al passo coi tempi“.

E’ facile però pensare che stiano facendo di tutto per posticipare la fine di Flash.

Come sapete il mondo dell’informatica sta diventando plugin-free e la scelta di Adobe sembra davvero fuori tempo massimo. Netflix e Amazon Video potranno essere visti senza l’uso di software di terzi parti dalla prossima versione di Firefox, Mozilla Firefox 49.

Non solo Firefox sarà presto plugin-free, tutto il mondo dello streaming online si sta muovendo (seppur lentamente) verso HTML5 abbandonando così i pachidermi Adobe Flash, Microsoft Silverlight etc. Ad oggi, va detto, diversi siti li utilizzano e molti servizi devono ancora lasciarseli alle spalle ma possiamo affermare con una certa sicurezza che i plugin apparterranno al passato molto presto.

Dove scaricare la beta

In ogni caso se siete interessati potete scaricare la beta  direttamente dal sito di Adobe, sia per pc a 32 bit che a 64 bit. Segnalo che potrebbero esserci problemi di compatibilità con Fedora e derivate.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.