Una delle peculiarità migliori della community Linux è l’aiutarsi a vicenda per risolvere i problemi, o perlomeno per cercare di rendere la vita più facile agli altri utenti.

Humble Bundles

Prima di parlarvi della lista di Roum, facciamo un passo indietro e rispondiamo alla seguente domanda: cosa sono gli Humble bundles? Per chi non lo sapesse gli Humble Bundles sono una serie di raccolte di videogiochi (ma anche album musicali o ebooks) vendute e distribuite online ad un prezzo stabilito dell’acquirente. Le prime raccolte consistevano di videogiochi indipendenti multipiattaforma forniti senza DRM, mentre le più recenti comprendevano anche videogiochi prodotti da sviluppatori affermati e note case videoludiche. Il ricavato delle vendite è suddiviso fra gli sviluppatori dei videogiochi, l’associazione che gestisce gli Humble Bundle, e una o più associazioni di beneficenza. All’acquirente è lasciata la possibilità di scegliere come suddividere l’importo pagato tra questi gruppi. Trovate maggiori informazioni sul sito ufficiale.

La lista di Roum

Così come molti di noi Børge A. Roum ha comprato numerosi Humble Bundles negli anni. Il signor Roum, non si è limitato ad acquistare numerosi game bundle, ma dopo aver tentato di giocarci si è stufato di non vederli funzionare su Linux e si è attivato. Ha così deciso di stilare una lista, che a oggi consta di ben 100 giochi tutti rigorosamente DRM-free, in cui ha riportato metodicamente numerose informazioni per ogni gioco: il tal gioco funziona? O è necessario un workaround più o meno complicato per farlo andare? Oppure non funziona proprio? Tutte queste domande trovano risposta.

La sua lista riporta anche altre informazioni interessanti, ad esempio viene riportato il supporto o meno a sistemi a 64 bit. Questa lista è un vero e proprio spreadsheet per il nostro tempo libero.

spreadsheet roum

Una piccola parte della lista

Queste le sue dichiarazioni: “Molti dei giochi che ho comprato non funzionavano! Per alcuni sono riuscito a risolvere il problema dopo aver tentato numerose strade, per altri non c’è stato alcun modo di farli partire. Nessuno sviluppatore chiederebbe mai a un utente Windows o Mac di seguire strade così tortuose per lanciare un gioco. Il mio obiettivo era stabilire, per ogni gioco, se un utente normale, quindi non-geek, sarebbe riuscito a giocarci o meno

I giochi sono stati testati su un laptop Clevo W840 SU (Intel Core i7-4500U CPU @ 1.80GHz × 4, Intel Haswell Mobile graphics card, 16 GB RAM and a 256 GB SSD) sia con Ubuntu GNOME 15.10 che con Ubuntu 16.04 Xenial Xerus.

Il suo lavoro non si ferma qui, ha in programma di continuare ad aggiornare la lista. Trovate maggiori informazioni, e ovviamente la lista stessa in una comoda tabella, sul blog di Mr.Roum.

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

No more articles