I developer Linux Mint hanno rilasciato la nuova versione stabile di LMDE 2.

LMDE 2
Aspettando il rilascio della nuova versione 17.2, i developer Linux Mint hanno annunciato la nuova LMDE (Linux Mint Debian Edition) 2 “Betsy”.
Linux Mint Debian Edition 2 Betsy è una nuova release che si basa su Debian 8.0 Jessie e disponibile in due varianti: Cinnamon e Mate con vari tool e ottimizzazioni targate LM. Tra le novità di Linux Mint Debian Edition 2 Betsy troviamo la versione aggiornata dell’ambiente desktop Cinnamon e MATE, l’installer rivisitato e resto molto più stabile (grazie anche alla correzioni di numerosi bug). Da notare che in LMDE 2 troviamo già inclusi i repository di terze parti deb-multimedia grazie ai quali potremo avere costantemente aggiornate diverse applicazioni come VLC, Kdenlive, Audacious ecc.

Altra importante novità targata Linux Mint Debian Edition 2 Betsy è la possibilità di installare il Kernel non-pae, funzionalità che ci consentirà di poter utilizzare la distribuzione anche in personal computer datati. Tra i vari aggiornamenti troviamo il browser Firefox 37, VLC 2.2.0, LibreOffice 4.3.3.2 e GIMP 2.8.14 oltre ai vari tool Linux Mint come ad esempio Mint Update 4.8.2, mintUpload 4.0.1, synaptic 0.81.2 ecc.

Note di rilascio e Download:

LMDE 2 Betsy Cinnamon
LMDE 2 Betsy MATE Edition

Home Linux Mint

  • funzionano anche per nemo?

  • patrizio

    Su ubuntu 12.04 64bit con gnome classic non trovo nautilus con il percorso indicato, ovviamente ho usato ctrl+h per isualizzare i files nascosti

    • Patrizio

      anche io ho lo stesso problema, hai risolto?

  • Utilissimi veramente, grazie. Se c’è bisogno di convertire documenti ecco questi script basati su unoconv ;

    http://gnome-look.org/content/show.php/Nautilus+Scripts+for+Document+Conversion?content=157120

  • Qfwfq

    Ma per quale ragione uno dovrebbe preferire Mint basata su Debian anzichè Mint basata su Ubuntu?

    • Vincenzo

      Debian stable è mooolto più stabile di una ubuntu lts…

      • Lentulo

        LMDE 2 è basata su debian 8 stable e quindi sarà molto più stabile della LMDE 1. Qualche problema potrebbe (al massimo) nascere dai repo deb-multimedia che non sono repo ufficiali (come i main, contrib,non-free).

    • Fabio

      Ti sbagli, la domanda è: x quale ragione uno dovrebbe preferire LMDE invece di una Debian stable? I repository deb-multimedia si aggiungono in 2 secondi, idem quelli mozilla debian team e libreoffice 4.3.2 è la versione che c’è nei backports ufficiali… quindi, perché? 😮

      • Qfwfq

        Io uso Mint e, prova e riprova, mi sono fermato a Cinnamon, per questo la domanda è fra queste due visto che sono gestite da chi gestisce anche il DE (anche se è presente in Korora e Antergos).

  • Vincenzo

    Ma a parte i tools di upgrade, quali sono sti famosi mint tools? Poi da quello che leggo dal sito Mint il DE viene aggiornato al di fuori della filosofia debian stable, giusto?

    • VincenzOS

      Jessie è la versione testing, non stable.

      • Vincenzo

        Jessie era la testing, ha i pacchetti freezati già da un po’ e entro fine aprile verrà ufficialmente rilasciata. Infatti quelli di Mint avevano annunciato di voler basare la nuova LMDE su stable e non su testing per renderla più gestibile.

    • Lentulo

      Mint Update e Mint Upload sono i “mint tools”. LMDE è “al di fuori della filosofia debian stable” nel senso che adotta i repo non-ufficiali deb-multimedia (che, in teoria, potrebbero dare problemi)

      • Vincenzo

        Ecco, quindi altri tools mint non ce ne sono…ma per i DE verranno aggiornati a parte o seguiranno il ramo stable di Debian?

        • muradreis

          Il DE principale è il loro (Cinnamon), per cui.. non devono seguire nessuno

          • Ermy_sti

            anche mate se seguono i rilasci di mint ubuntu lo aggiornano

        • gianni

          Cinnamon e Mate seguiranno il ramo stabile Debian. Aggiornano solo il browser e pochi programmi applicativi (non il kernel o xorg).

        • Marco

          Dati i freeze di cinnamon 2.2.16 di debian jessie ho messo il repo di LMDE e Cinnamon viene mantenuto costantemente aggiornato (son gia’ alla 2.4.8)

  • muradreis

    La politica degli aggiornamenti di LMDE non è ancora chiara. Se, come ho capito, lasciano “stable” il Kernel ed aggiornano tutti i software (firefox, libreoffice,ecc.ecc.) va più che bene. LMDE 1 era una pena.. e per vedere un aggiornamento di firefox passavano anche 6 mesi.. a meno di non smanettare coi repository e trasformarla in una debian. Cosa che faceva venire immediatamente meno il suo senso

    • francesco

      Lasciano kernel e xorg sincronizzati con Debian stable, e aggiornano solo gli applicativi (firefox, libreoffice, eccetera).

      • muradreis

        Ecco, così perlomeno ha un senso. Anzi, un gran bel senso

        • praticamente una rolling con kernel LTS, si gran bel senso, questa si che è una novità.

          mint non ha senso, lmde ne ha ancora meno

          • Ermy_sti

            ma debian 8 non mi pare sia una rolling

          • no debian 8 ovviamente no, è la release stabile.
            quello che dicevo io, visto che lmde aggiorna tutto tranne il kernel, allora è come avere una distro rolling con kernel lts.
            non so se mi sono spiegato.

            ad esempio in archlinux puoi installare dai repo il kernel lts che attualmente è il 3.14, mentre il kernel normale è alla versione 3.19.3.

          • Lentulo

            LMDE Cinnamon, LMDE Mate, SolydX, SolydK si rivolgono agli utenti inesperti che non sanno configurare Debian e voglio una distro completa di tutto. Hanno un senso tutte e quattro, anche se non sono una novità assoluta.

          • si va be l’utente medio mette ubuntu e stop, è la più famosa.
            se adesso si devono fare distro per ogni possibile combinazione di pacchetti e aggiornamenti dei pacchetti, allora stiamo freschi.
            queste distro sono inutili secondo me, come lo è anche linux mint, che non porta niente di nuovo, ma anzi potrebbero fare accordi con canonical e creare una derivata ufficiale, ubuntu cinnamon, in cui canonical pensa allo sviluppo della distro, mentre il team mint pensa allo sviluppo del DE e dei relativi software, e al limite collaborano con canonical per il fix di alcuni bug della distro.
            invece no, creiamo una distri inutile solo per il DE diverso, massì, disperdiamo le energie

          • Marco Missere

            Ancora con questa storia di Mint inutile. Non è solo una questione di DE, Mint ha anche una filosofia differente per quanto riguarda gli aggiornamenti, una filosofia diversa per quanto riguarda i rilasci (ogni 6 mesi una basata sull’ultima LTS di Ubuntu), e bugfix vari.

          • be cosa cambia?? il team mint non fa nulla, semplicemente evita di fare rilasci ogni 6 mesi come ubuntu, ma fa rilasci sempre basati sull’ultima lts, e quindi?? anche ubuntu fa dei nuovi rilasci per le LTS, solo che in più fa anche le semestrali.
            secondo me mint non ha alcuna utilità nel panorama gnu/linux

          • Marco Missere

            Infatti, non ha alcuna utilità. Non è più user friendly rispetto a Ubuntu e alle derivate ufficiali, assolutamente no.

            Meno paraocchi.

          • non è avere il paraocchi è essere obbietivi, mint non è chissà cosa.
            se non fosse stato per unity, a quest’ora non se la filava nessuno, non ha portatato nulla al panorama gnu/linux di davvero innovativo, se non un DE che altro non è che un fork di gnome.
            insomma non sarà al livello delle mille derivate inutili di ubuntu, ma non è nemmeno tutta sta gran roba come molti vogliono far credere.

            cosa fa mint?? prende ubuntu, cambia qualche repo, ci mette cinnamon con i suoi software principali e basta.

            wooww questa si che è una distro seria, e allora spiegami perchè pincopallinolinux che fa la stessa cosa è categorizzata come ennesima distro inutile.

            alcuni definiscono ubuntu come una sanguisuga, nel senso che prende tutto da debian e dal mondo gnu linux senza però dare nulla (cosa secondo me non vera, perchè penso che ubuntu a livello desktop ha fatto cio che tutte le altre distro non sono riuscite a fare, ovvero far conoscere linux agli utenti desktop), invece mint cosa dona al panorama gnu/Linux?? DE a parte, nulla.

            poi sono io che ho il paraocchi, ma allora se non è come dico io, dimmi per quale motivo mint sarebbe una gran distro, e perchè non è un’ennesima distro inutile

          • Marco Missere

            I motivi te li ho già spiegati.

          • mi hai detto del de, dei rilasci che si basano sempre sull’ultima lts e sulla filosofia.
            e questo dovrebbe giustificare una distro??
            certo facciano come gli pare, a me non importa, però secondo me mint è una distro inutile.

          • Marco Missere

            Credo non ci sia bisogno che tu lo debba ripetere nei commenti sotto ogni post, anche perché se Mint è così utilizzata ed è prima in classifica su Distrowatch (benché Distrowatch non sia certo una bibbia) ci sarà pure un motivo.

          • va be, continui a non rispondere alla mia domanda.
            a me non interessa se è la più usata su distrowatch, ripeto, a me non fa ne caldo ne freddo se mint esiste, quindi non è che vorrei la sua scomparsa ad ogni costo, però trovo che sarebbe molto meglio se collaborasse con ubuntu, nel fix dei bug, diventando una derivata ufficiale

          • Marco Missere

            Ho già risposto più di una volta. Comunque l’idea della
            collaborazione sicuramente non sarebbe male, il problema è la differenza di vedute tra Ubuntu e Mint.

          • muradreis

            Dea1993 è evidente che tu non abbia mai usato mint.. altrimenti non la metteresti nel mucchio. I principi possono concordare.. ma se avessi davvero meno paraocchi forse riusciresti ad intravedere le meraviglie della complessità. E la realtà, che tu lo voglia o no, è complessa

          • Lentulo

            Avrebbe senso anche una distro che si limitasse ad aggiungere a Debian Stable i soli repo contrib e non-free. L’utente medio non sa editare il “sources.list”.

  • H0w The West Was W0n

    Queste distribuzioni né carne né pesce proliferano come conigli! Vabbeh, poco male, è sempre meglio avere qualcosa che non serve che non avere qualcosa che serve

    • Matteo Bonanomi

      questa distribuzione “nè carne nè pesce” esiste da anni ed è una buona debian resa più semplice out of the box. se non l’hai mai sentita non c’è bisogno di sparare c@zzate

      • giocitta

        Hai ragione! Certe volte mi chiedo se tanta libertà di parola sia un bene o un terribile male!

        • MoMy

          Al di là del contesto sopra, questo tuo pensiero mi fa venir in mente quella battuta che +/- fa: C’è chi confonde la libertà di parola con la libertà di sparar minkiate. 😛

No more articles