Vi presentiamo debootstick tool per creare una versione minimale di Ubuntu da poter utilizzare nella nostra pendrive con tanto di supporto per UEFI Secure Boot

debootstrap in Ubuntu
Sono molti gli utenti che utilizzano Ubuntu o una derivata direttamente da pendrive, in modalità live oppure persistente (per maggiori informazioni). Possiamo inoltre creare una versione personalizzata di Ubuntu e salvarla in modalità persistente su una pendrive con tanto di supporto per UEFI Secure Boot grazie al tool debootstick.
debootstick è un progetto open source che ci consente di avere il sistema base di Ubuntu salvato in una pendrive, una volta avviato potremo installare il nostro ambiente desktop e applicazioni preferite ecc come se fosse installata in un normale hard disk.

Possiamo utilizzare debootstick sia su Ubuntu o derivata installata su pc oppure da live, il tool richiede per completare l’installazione diverse operazioni da riga di comando è quindi consigliato l’utilizzo da parte di utenti esperti. Ecco come installare e utilizzare debootstick.

1- Installiamo debootstrap (tool che ci consente di salvare il sistema base) e debootstick per farlo basta digitare da terminale:

sudo apt-get install debootstrap 
cd /tmp
wget http://sourceforge.net/projects/linuxfreedomfor/files/ubuntu/debootstick_0.9_all.deb
sudo dpkg -i debootstick_0.9_all.deb
sudo apt-get install -f

2- Creiamo il sistema base di Ubuntu (senza Kernel) in una cartella grazie a debootstrap, basta digitare:

Per Ubuntu 32 Bit

sudo debootstrap --arch=i386 --variant=minbase trusty trusty_tree

Per Ubuntu 64 Bit

sudo debootstrap --arch=amd64 --variant=minbase trusty trusty_tree

andremo a creare il sistema base di Ubuntu 14.04 Trusty LTS, per altre release basta sostituire trusty ad esempio con vivid, utopic, precise ecc.

3- Creiamo il sistema base di Ubuntu con Kernel e accesso a root attivo di default grazie a debootstick digitando da terminale:

debootstick --config-root-password-none trusty_tree img.dd

come da immagine in basso

debootstick in Ubuntu

Al termine avremo il file img.dd pronto per essere salvato nella nostra pendrive.
Non ci resta che salvare il tutto nella pendrive grazie a dd digitando:

dd if=img.dd of=/dev/sdb bs=10M

dove al posto di sdb andremo ad inserire la nostra pendrive (possiamo verificarlo digitando fdisk -l).

Una volta terminato il processo avremo la nostra pendrive con Ubuntu minimale pronta per essere utilizzata.

Non ci resta che avviarla da boot, una volta avviata avremo l’accesso da root, colleghiamoci ad internet (consigliato via Lan) e completiamo la distribuzione installando l’ambiente desktop, display manager e applicazioni preferite.

Home debootstick

No more articles