Il nuovo Windows 10 includerà la possibilità di effettuare ricerche, installare software e aggiornare il sistema operativo da riga di comando come in Linux.

Sono molti gli utenti e sviluppatori che ogni giorno utilizzano il terminale per effettuare installazioni di software, aggiornare la distribuzione, ecc in Linux.
Difatti il terminale (anche se non molto apprezzato dai nuovi utenti) rimane uno strumento per alcuni casi indispensabile per velocizzare alcune operazioni, caratteristica che sembra molto piacere anche a Microsoft a tal punto da includerla in Windows 10. A quanto pare il nuovo Windows 10 (che possiamo già testare seguendo questa guida), includerà OneGet, strumento a riga di comando accessibile da PowerShell, che consentirà di poter installare o cercare facilmente software e molte altre funzionalità.

OneGet offrirà funzionalità attualmente incluse in Linux, offrendo ad utenti esperti ed amministratori di sistema  di poter operare nel sistema operativo proprietario da riga di comando. Stando a Sebastian Anthony di ExtremeTech, per effettuare una ricerca di un software con Microsoft OneGet basterà digitare: Find-Package seguito dal nome del programma, esempio “Find-Package VLC”, dopo alcuni secondi avremo i risultati correlati della ricerca il tutto da Shell, per installare ad esempio il browser Firefox invece basterà digitare Install-Package Firefox ecc.

Microsoft OneGet è ancora un progetto in fase di sviluppo, grazie ad API dedicate il sistema operativo proprietario potrà interagire facilmente con i vari portali di software come il sito ufficiale di VLC, Firefox ecc. In futuro è previsto anche l’aggiornamento del sistema operativo da riga di comando, e altre funzionalità già attualmente incluse in Linux.

Windows 10 sarà sempre più simile a Linux?

Ringrazio il lettore noespo per la segnalazione.

  • ange98

    Okey ho capito… Quando uscira Windows 10, aggiornerò il mio Seven 😀

    • Andrea

      Sicuro, per chi ha seven ed obbligo stare fermi fino all’uscita di 10! 8 e 8.1 sono solo dei pagliativi in attesa del definitivo 10. Comunque tutto sommato, nel bene o nel male sembra davvero che possa essere un ottimo prodotto questo win10.

      • Lorenzo Fiocco

        mi puzza di cazzate tutti glia articoli su win 10

  • Salvatore Colombo

    AHAHAHHA! Dopo anni di disprezzo della riga di comando, del prompt e del terminale in tutte le sue forme e maniere, se ne escono con questa! Scommettiamo che sarà decantata come una grandiosa “innovazione” di Microsoft?

    • da notare che windows 10 avrà anche i desktop virtuali oltre al “fake” terminale
      l’innovativo windows 10 è una distro linux di 10 anni…

      • Una Periferica Chiamata NULL

        PewerShell? Ok sfottere,ma qui si esagera! 🙂

    • XfceVeteran

      Ma certamente e poi a ruota tutti i vari giornalisti informatici, riviste, magazines, conferenze, tutti corrotti per enfatizzare il nuovo prodotto Redmond, che di innovativo ha solo il persistere di controllare l’utente invece di essere controllato.

      • Ciro

        Corrotti? Bah! Molto più che corrotti direi disinformati all’ennesima potenza.

    • cjf

      già mi vedo i post sui gruppi ubuntu.. “si ma il terminale di windows è più professionale!!”

      • Franco

        Assolutamente no, non è paragonabile. Ma possibilità di usare il Framework tramite PowerShell è un altro mondo.

        • Una Periferica Chiamata NULL

          Ceeerto come no. Piccolo task per il .NET (Quello intendevi,credo).
          Come si scrive un immagine o dei dati,da un supporto ad un altro, senza passare da complicate chiamate di sistema o scrivere un altro programma e/o script.
          Piccolo spoiler:su UNIX si fa con una riga sola. 😉

          • Franco

            Non lo metto in dubbio caro amico, comunque dipende, tutto dipende. Tutto è possibile (anzi non mi pare impossibile quello che hai scritto usando powershell) e adesso che sta per subentrare la programmazione binaria a scatola “aperta” nominata Roslyn, se ne riparlerà e come 😉 Non ci sarà più niente di nascosto.

          • Una Periferica Chiamata NULL

            Uhhhhh,Touché :-*.
            Lunga vita a PowerShell e buona fortuna a OneGet,nella speranza che rendano Win un pelo più sopportabile.

        • Salvatore Colombo

          Intendiamoci: uno strumento in più è sempre gradito anche a chi è “costretto” per lavoro ad usare Windows. Mi diverte (si fa per dire) soltanto l’idea che anche questa nuova funzionalità venga spacciata per innovazione.

          • Franco

            No, macchè non è innovazione, qualcuno ha osato scriverlo?

          • Salvatore Colombo

            abbi fede… per i desktop virtuali l’hanno scritto eccome!

          • Franco

            Colpa della gente che non conosce il passato. Si erano solo dimenticati che era un remake di quello che avevano già fatto e ritolto, ma erano altre persone, altri sviluppatori, altri commentatori, come hanno spogliato di tutto il resto che già esisteva 15 anni fa 🙁

          • Una Periferica Chiamata NULL

            Guarda già a 18 anni, ne ho le scatole piene di questa ”innovazione” MS.
            Specialmente nel campo della programmazione.
            Visual C++ completamente non standard,Python azzopato,Ruby inutilizzabile,VB.NET & VBA che sono solo un BASIC ridotto.utile unicamente a chiamare altri programmi;anche se sento di pazzi che ci programmano davvero.

            Solo C# un minimo si salva, ma allora è meglio scrivere con gli infiniti linguaggi della JVM e non mi si dica che C# è meeeeeeeghlio integrato.

          • Franco

            Concordo. C# si salva, ma tutti i linguaggi VB* based mi hanno sempre fatto venire un certo voltastomaco, come del resto ce ne sono anche altri sotto Linux purtroppo.

  • JackPulde

    Ok… Windows 15 sarà open source.

    • VincenzOS

      Open source mai credo, ma forse la prossima versione faranno una gratis (vecchia versione home) e una a pagamento (professional).

      • JackPulde

        Tranquillo, la mia era battuta ^^. Figuriamoci se diventa open source 😀

    • Franco

      Hanno pure preso le idee dall’esempio di mono (senza sopprimerlo come alcuni pensavano) facendo nascere qualcosa di davvero sorprendente: il progetto Roslyn (ancora in beta) totalmente OPEN e rivoluzionario!

    • roberto mangherini

      magari… oppure no? non sarebbe la morte di linux se windows fosse open?

      • Franco

        Mi auguro di no, comunque è impossibile perché windows così com’è metterebbe alla luce tante vergogne e necessiterebbe di vestirsi di abiti puliti con un sistema operativo radicalmente nuovo.

        • roberto mangherini

          potrebbe essere un nuovo argomento di discussione su lffl.
          cosa succederebbe se windows diventasse open?
          ammettiamo che microsoft obbligata oppure per sua decisione decidesse di pubblicare il sorgente, cosa succederebbe? sarebbe la fine di linux? quante schifezze o back door del nsa uscirebbero fuori?

        • Simone Picciau

          Potrebbero imitare la apple e riscrivere windows da zero scroccando il codice da bsd

    • jboss

      penso che parte del codice diventerà open in breve tempo, come già stanno facendo con i framework, perché giocano sulla chiarezza/sicurezza che loro offrono al pubblico

      • Una Periferica Chiamata NULL

        Sicuramente non il Common Language Runtime. se no dopo 24 ore,il 90
        percento dei programmi “gestionali” diventa eseguibile da Wine.tramite mono e il market share di Win perde almeno un paio di punti.

    • Lorenzo Fiocco

      per quando avremo Apple open source

      • Ciro

        Sarà open source quando potrai comprarti un ifogn (di fascia corrente) a prezzo umano = mai

  • Ocelot

    Veramente parlano per ora di programmi per gli amministratori di sistema, non parlano di FIrefox o VLC o cmq programmi per la massa (per quello c’è già lo store in programma).

  • itoutofbounds

    esiste già qualcosa di simile: https://chocolatey.org/
    buono per i linuxiani costretti a lavorare su windows 🙁

  • JackPulde

    Il prossimo titolo:

    “Windows 10 systemd o upstart? Discussione tra gli svillupatori… ci sarà un fork?”

    • marco

      Hahahaha e poi windows passera a mir 😀

  • Ferik

    tutta scena

  • Motoschifo

    Tool a riga di comando fanno sempre comodo, specialmente sotto Windows che ha una shell davvero orrenda (intendo come funzionalità, per esempio si dimentica i comandi tra le sessioni).
    Sarebbe interessante un intero sistema Windows usabile da terminale, quindi senza nemmeno il server grafico, ma credo sia impossibile che riescano nell’impresa.

    • Una Periferica Chiamata NULL

      M$ ha sempre avuto un pessimo rapporto con lo scripting,ad esempio non si possono manipolare lo stdin e stdout,in modo da ridirigere i dati efficacemente ,ma bisogna wrappare quasi tutto in oggetti di sistema,mediati dalle famigerate WINAPI.
      Sempre parlando di scripting,Python non ha le stesse potenzialità su Win che su Linux è ciò gli segato le gambe rispetto a Ruby ed VB.NET
      PawaShell è un progetto incompleto perché M$ vuole che scrivi programmi che passano dalle loro Dll,al posto che script standalone,naturalmente in formato binario per abituarti a non condividere i sorgenti, anche di stupidi script amministrativi.

  • abral

    Ottima funzionalità. Una delle cose che mi mancano le poche volte che uso Windows.

    • abral

      Ed è anche opensource, pubblicato su GitHub. Incredibile per Microsoft.

  • Stefano Bianchini

    e’ una roba inutile, tanto alla fine una volta installato sara’ sempre il solito macigno monoblocco con programmi e funzionalita’ built-in assolutamente irremovibili.

    • donmatteo

      Ok se non ti piace systemd passa a voidlinux, gentoo o slackware, non è che devi postare off topic… oh scusa sbagliato io.

  • heron

    Farà contenti gli amministratori di sistema, soprattutto in abito server. Anzi, se installano powershell di default e clonano docker, mi sa che il loro intento è di conquistare i server. Mi aspetto grosse novità per il prossimo Win Server, magari anche la compatibilità ARM.

    Sembra che dopo tanti anni di cattiva amministrazione la prospettiva di perdere il monopolio (e la lista degli sponsor della Linux Foundation che si allunga ogni giorno) li stia spingendo a risolvere alcune delle criticità del loro sistema e una certa aggressività verso mercati nuovi o dove non hanno mai avuto il successo dei desktop, come smartphone e server, appunto.

    Comunque fino a quando non diventano opensource (e non pseudo open come Google), i loro OS saranno sempre meno flessibili delle controparti open, e sospetti (anche se è più una certezza) di backdoor. Cosa che difficilmente accadrà, dato che sono (praticamente) gli inventori della licenza closed.

    • Una Periferica Chiamata NULL

      Non vorrei fare il guastafeste,ma secondo è solo una mossetta per riconquistare gli ubuntutizzati.
      Per sfondare davvero sui server,dovrebbero standardizzare il loro OS,cosa che in pratica vorrebbe dire rivelare ,almeno in parte come funziona,non lo faranno mai.
      Comunque il mercato aspetta,aspetta eccome,che mi mandino a dire i libbbberisti.

      Win Server pecca di moltissime funzionalità,presenti da almeno 20 anni su sistemi *NIX ,come ad esempio stream manipolabili di dati binari(Su server la velocità è tutto!) e la possibilità di rilanciare immediatamente un servizio se si blocca.
      Il resto è fuffa!

      • heron

        Beh più windows fa schifo, più supporto e sviluppatori si becca linux xD

  • itoutofbounds

    esiste già un qualcosa del genere (chocolatey).
    comunque può essere utile per noi linuxiani costretti a lavorare su windows…

  • osvald

    ma winzozz 9 dove l han buttato ?
    fan come le targhe alterne ?

    • Zabriskie

      La giustificazione è stata che 8.1 significava in realtà 8+1. Quindi windows 9.

      • jboss

        winfetende 8.1 ha il kernel 6.3, vista = 6.0, 7 = 6.1 , 8 = 6.2, 8.1 = 6.3, 10 = 6.4 quindi windows 8.1 doveva chiamarsi 9 ma non lo hanno rinominato 9 per via della compatibilità e di quel bug che i vecchi sistemi win 95 98 me erano identificati come win 9

        • XfceVeteran

          Ma quali bug, è tutto marketing spietato ed ingannevole

    • Se fai un po’ di ricerca scoprirai che c’è un “bug” (io preferisco chiamarlo stronzata).

      Potrebbero insorgere dei problemi di gestione di una parte del codice (presente sia nelle applicazioni che nei driver di terze parti) dove se la versione comincia per “windows 9” si riferisce a Windows 95 e 98.

  • mik mega linux

    AHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAAH!!! UNA RISATA LI SEPELLIRA….

  • EnricoD

    Ehhhhhh … O K K A P P A

    • Una Periferica Chiamata NULL

      È questione di chimica,frego lo stack TCP/IP a BSD, i tool da CLI a Linux,il C# da Java(Copiare dal peggiore insomma)e dulcis in fundo faccio un compilatore che fa quello che mille altri compilatori fanno da almeno 12 ere informatiche,decompilare pretty-printed,tutto con una spruzzatina di marketing ultra aggressivo.
      Et-voilà,Win 10 eccolo qua!

      • EnricoD

        O k k a p p a xd

      • abral

        Il compilatore di Visual Studio in realtà è molto avanzato, spesso produce codice migliore di GCC.

        • Franco

          Non solo, ti consente anche di vedere in modalità “live” quello che stai producendo senza diventare un interprete. Con GCC o la va o la spacca.

          • Una Periferica Chiamata NULL

            If you can read it and understand it,It’s not efficent (cit.)

        • XfceVeteran

          Si ok, ma consideriamo che Redmond ha migliaia di sviluppatori, testers e dollari. Non so chi sviluppa ora il GCC ma penso siamo su livelli molto piu’ inferiori e semplicistici.
          Ad ogni modo, tutta la miglioria di codice prodotto, sia come size che speed, lo perdi a causa dell’OS pieno di me r da.

          • abral

            Partecipano allo sviluppo di GCC aziende importanti come Intel, Google, etc.. Non credo manchino le risorse 😀

        • Una Periferica Chiamata NULL

          Quel ”compilatore” è solo un malfatto clone di GCC per Windows,compila con maggiore efficenza solo le sue estensioni, non standard,del C++.
          Questo “avanzatissimo” compilatore non ha nemmeno un minimo supporto per il C11 e C++x0.

          Senza contare che ha una retrocompaibilità pari a zero,che ha portato molti problemi,specie sulla STL.
          GCC,de facto,decide da almeno 20 anni cosa fa parte del C/C++ e cosa no.
          Piccolo test,fagli compilare un kernel linux e vediamo chi vince.

          • Franco

            A parte che è roba già vecchia quella di cui parli. Cmq C11 / C++x0 sono da tempo supportati.

          • Una Periferica Chiamata NULL

            Già,prova a usare una funzione anonima e vedi se te la compila.
            Buona notte. -_-

          • Franco

            La compila, buona notte ok.

          • abral

            Dai, nemmeno sono un amante della Microsoft, però da qui a dire che il compilatore di Visual Studio è un clone di GCC ce ne passa…

            Comunque io non sto parlando del supporto agli standard, etc. Io ho detto solo che spesso produce codice migliore rispetto a GCC (in quanto a performance).

          • Una Periferica Chiamata NULL

            È inspirato a MinGW quindi è (Anche se impropiamente) un clone di GCC.
            ~www.~cpprocks.com~/c11-compiler-support-shootout-visual-studio-gcc-clang-intel/~

            L’ unico punto dove Visual vince è quel supporto nativo a un GC conservativo.

          • Una Periferica Chiamata NULL

            Aridaje,VisualC++ ha come bersaglio Wintel e basta,GCC è un immenso cross-compilatore e non sol per C/C++.
            Per il clone,l’ ha detto la MS stessa,ai tempi delle release iniziali,per le paure degli sviluppatori,(Se avessimo i sorgenti @_@).
            Per l’ ottimizzazione massima, V++ raggiunge al massimo -O5 di GCC,propio per tenere bassi i tempi,quindi go nuts.
            cpprocks . com / c11- compiler-support- shootout- visual-studio- gcc-clang- intel /
            A parte un supporto nativo al GC(De che poi non si sa) V++ viene asfaltato.

          • Franco

            Hai citato un’altra fonte vecchia che in aggiunta fa riferimento ad una versione di vs beta scaduta l’anno prima del periodo stesso di riferimento del confronto.

          • abral

            Non capisco perché mi scrivi alcune cose che non hanno nulla a che fare con quello che dico io. Non ho mai detto che GCC non è un buon compilatore, non ho mai detto che MSVC è un cross-compilatore. Non ho mai detto che MSVC supporta più features di GCC.

            Per quanto riguarda il fatto di essere un clone, io non credo sia così. Se Microsoft avesse detto che MSVC era un clone di GCC, avrebbe implicitamente detto che stava violando la legge (perché la licenza di GCC non permette di utilizzare il suo codice in software proprietario). Comunque se dici che l’ha detto la MS, allora mi farebbe piacere che tu mi dessi un riferimento credibile dove l’hai letto.

            Ho soltanto detto che MSVC a volte riesce a produrre codice ottimizzato in maniera migliore rispetto a GCC. Ho detto che MSVC è un compilatore molto avanzato. Nient’altro. Mi sembra assurdo affermare il contrario, esistono vari casi dove MSVC si comporta meglio di GCC (così come esistono tanti casi dove GCC si comporta meglio di MSVC), basta fare una semplice ricerca!

          • Una Periferica Chiamata NULL

            A parte che hai cominciato tu a ”bestemiare”.O_o

            Il problema più grande delle violazioni alla GPL è che quelle gravi(vero furto di codice inserito in programmi proprietari) non si possono dimostrare.
            A parte la filosofia del diritto spicciola,parlo di clone non di copia spudorata e questa si può notare.
            La somiglianza si vede nell’ ottimizzazione ,è fatta con lo stesso algoritmo , ma proprio uguale,e si vede ne parlavo proprio oggi,con il mio professore di Sistemi e Programmazione.
            Nei compilatori l’ ottimizzazione è tutto,il resto è fuffa.
            Quella storia sì narra dai tempi di LatticeC non so davvero quanto sia vera è un sentito dire, chiedo venia. 🙂

          • abral

            Beh tu avevi detto che la Microsoft aveva ammesso di aver copiato GCC, in quel caso non c’era bisogno di tante dimostrazioni XD

            Comunque non capisco di cosa stiamo discutendo, quello che volevo dire è semplicemente che MSVC non è una schifezza, anzi a volte è in grado di produrre codice più ottimizzato rispetto a GCC. Questo è quanto, niente di più 😛

          • Una Periferica Chiamata NULL

            Beh,hai ragione,c’è bisogno di una sola dimostrazione…confrontare i sorgenti :evil.

            Siamo d’ accordo che non siamo d’ accordo,

            nella mia esperienza,non ho mai visto MSVC compilare e/o ottimizzare meglio di MinGW/GCC,nemmeno una Dll.
            Alla fine,per questo aborro VS con annessi e connessi.

          • Motoschifo

            Nemmeno io l’ho visto, ma non ho così tanta esperienza sui compilatori “moderni”.
            Però anche se fosse, cioè se riuscisse ad ottimizzare qualcosa, sarebbe sempre e solo relegato al mondo Windows per cui il confronto non potrebbe esserci.
            Io mi stupirei del contrario invece: il mondo open source ha pubblicato miliardi di righe di codice e sarebbe improbabile che qualche ditta closed non avesse copiato qualcosa. Anche solo per vedere come funziona, poi da lì copia/incolla, cambio dei nomi di qualche variabili/funzione ed il giooc è fatto 🙂

          • Franco

            Perché dici questo? Telegram per linux è sviluppato con VS sai? sarà un esempio banale, però . . .

          • Motoschifo

            Perchè fino ad ora non ne avevo visti… 🙂
            Tutte le volte che ho controllato programmi scritti in Visual Studio era esclusivamente compilabile da VS sotto Windows. Anche perchè spesso tra i prerequisiti c’erano librerie non presenti su altri sistemi, oppure semplicemente perchè erano indicati percorsi tipo C: che quindi sotto Linux non sarebbero stati corretti.
            Non sapevo nemmeno dell’esistenza di Telegram come applicazione desktop, pensavo fosse solo web o mobile.

            Giusto per capire, la versione Windows è compilata con Visual Studio ma la versione Linux con cosa viene compilata?
            Mi puoi metti il link che mi hai incuriosito?

          • Franco

            Mi riferivo a Telegram Desktop. Se ne era parlato in questo blog circa 3 mesi fa. Puoi scaricarti i sorgenti e vedere con i tuoi occhi.
            https : // tdesktop . com/
            lffl . org / 2014/07 / telegram-desktop-client-linux-windows-mac . html

          • Motoschifo

            Ho controllato ed è un lavoro interessante.
            Però non credo sia pertinente… cioè compilo da Visual Studio solo per Windows, quando devo andare su Linux uso g++.
            Esiste un compilatore nativo anche per Linux sviluppato da MS?
            Altrimenti il confronto non si può fare.

            Comunque stiamo andando troppo OT, si parlava di tool a riga comando e qui siamo sull’ottimizzazione di un compilatore.

          • Franco

            Ma a parte criticare e prendere in giro la gente che dice la verità, metti da parte questo e quell’altro compilatore… sinceramente hai mai usato visual studio? Cioè, devi avere una bella dose di ormoni bollenti per parlare così.
            La versione 2014 CTP ultimate è gratuita per mezzo anno. Scaricati esempi da NuGet. Scriviti anche qualche funziona anonima e qualche lambda, di già che ci sei

          • Una Periferica Chiamata NULL

            Scusa ti vedo solo adesso,ti rispondo come ho risposto ad abral.

          • abral

            Beh, se un’azienda ammette di aver infranto una licenza pubblicamente autorizza automaticamente il licenziatario a denunciarla XD

            Converrai con me che non ci si può basare sull’esperienza di una sola persona per valutare se un compilatore produce sempre codice migliore di un altro o meno. Inoltre, dubito che tu abbia compilato tutto il codice su cui hai lavorato in entrambi i compilatori e confrontato il codice assembly generato 😛
            Basta fare una semplicissima ricerca per vedere che in alcuni casi MSVC produce codice migliore di GCC. Magari questo non è vero nel codice che tu hai compilato, ma ovviamente il codice che tu hai compilato non testa esaustivamente tutto. Per fare un esempio, MSVC ha un’ottimizzazione chiamata SSO (Short String Optimization) che GCC non ha.

          • Una Periferica Chiamata NULL

            Beh quando programmi board ARM al livello ferro,devi farlo… 🙂 ed è un lavoro sfiancante.
            Di nuovo,ho detto che hanno clonato delle caratteristiche,mica è stato copiato codice paro paro.
            Con il C è molto facile,basta fare una logica negativa con le if e i while o non far ricorrere le funzioni ma porle iterative ,oppure per fare l ‘ esempio con i compilatori definire prima i ifdef e i ifndef ,che i define (senza parlare della aritmetica dei puntatori) e la pappa per il processore verrà moooolto diversa,traducendo però in sostanza lo stesso codice.
            Basta fare una quella ricerca su Google per vedere che fuori il suo stretto campo,MSVC perde,non è gettare fango,è realtà.
            Siamo veramente andati avanti anche troppo.
            Saluti.

          • abral

            Le tue testuali parole sono state “quel compilatore è solo un malfatto clone di GCC”. Questo, almeno in italiano, significa dire che MSVC è una copia di GCC.

            “Basta fare una quella ricerca su Google per vedere che fuori il suo stretto campo,MSVC perde,non è gettare fango,è realtà.”
            Ah, finalmente mi stai dando ragione. Se rileggi tutti i miei messaggi, io ho sempre scritto che MSVC produce a volte codice migliore di GCC, che è esattamente quello che finalmente stai ammettendo ora.

          • Una Periferica Chiamata NULL

            E no… non ho detto che è migliore nella compilazione su Wintel(lo stretto campo di cui sopra),solo fa il suo dovere NON è una alternativa valida al MinGW.

            Come MSOffice non è un alternativa valida a LO,dico sul serio.

            Per la SSO,si va be,aiuta con il ‘peso'(in casi favorevoli poi) non sulla velocità e stabilità del compilato(ciò che voglio).
            Clone non vuol dire copia,non sono sinonimini, implementa buona parte delle ottimizzazioni e direttive del GCC in modo identico,(non so se a livello di codice NON si sa.)ma pecca in velocità di aggiornamento sulle novità del C++,cosa per me imperdonabile.
            MSVC viene venduto(SI paga e salato) come l’ America dei comp,ma alla fine a malapena tiene testa agli altri e questo mi dà i nervi,quando non si può nemmeno usare un __typeof__ per ridefinire gli operatori,per tutti i tipi ,a livello globale,con una semplice macro,e quando hai poca memoria,come in una board ARM,questo conta eccome.

            Ma poi alla fine(finiamola qui che domani è domenica )un compilatore closed source O.o ,ma di cosa stiamo parlando.

          • abral

            1) Continui con i tuoi discorsi che non c’entrano nulla. NON STO PARLANDO DELLE FEATURE! So benissimo che GCC è avanti! Sto solo dicendo che in alcuni casi MSVC produce codice migliore, punto.

            2) Anche se SSO aiutasse solo con il peso, sarebbe comunque un’ottimizzazione in più… Che a te interessi soltanto la velocità non significa che il peso non ha valore. In ogni caso, vatti a leggere come funziona e capirai che non aiuta solo con il peso…
            Inoltre, SSO era solo un esempio. Una veloce ricerca ti mostrerà che esistono anche altri casi in cui MSVC produce codice migliore.

            3) “Clone non vuol dire copia,non sono sinonimini”. Apri un dizionario di italiano 😛

      • Nguyen Tuan Phong

        mangia tutto, dalla pizza al BigMac, poi caga ed e’ Merda. stesso concetto, che skifo

  • faber

    E una cavolata ti farà solo da installare a riga di comando, grandi modifiche a lancio di script non si potranno fare e funzionare, linuxiani non penso tornino a windows solo per questo

  • ale

    Se funzionasse anche non sarebbe male, provato ma non installa nulla

    Comunque buona la scelta di microsoft di pensare anche agli utenti avanzati e migliorare la riga di comando che alla fin fine era ancora bene o male come il dos

  • donmatteo

    Il problema non è installare da riga di comando, da GUI, o a furia di pugni sul case. Il problema è: su altri sistemi posso non solo installare pacchetti liberi ma avere l’intero sistema libero, in questo modo posso controllare le conseguenze di un update e tenermi se voglio le componenti precedenti. Con la libertà arrivano le responsabilità certo, ma cosa vuoi che sia usare ogni tanto il terminale e googlarsi qualche pagina in confronto a “non si puo’ fare e basta” windows o mac? Contenti voi…

    • jonny_stecchino

      quoto

    • XfceVeteran

      Mi ricordo quando avevo provato OSX in VM e, pirla io, avevo speso tempo a cercare un tutorial per spostare i pulsanti delle finestre (quelli colorati) da sinistra a destra. Poi scoprii che non si puo’ fare, idem per Redmond OS suppongo. Che miserabili.

      • Ciro

        “idem per Redmond OS” assolutamente si può invece, mi spiace

        • XfceVeteran

          Si è vero hai ragione 🙂 , non lo sapevo, sono anni che non uso piu’ Redmond OS.

  • Jacopo Ben Quatrini

    Ah già m’immagino che bello , gli utonti windows che danno contro a linux perchè si usa il terminale, che è “vecchio” e “complicato”, e ora quegli stessi utonti se li ritrovano in windows, e magari da bravi fanboy diranno che è tutto bello e figo.

  • luciano

    sudo format c:
    🙂

    • Ciro

      fdisk

    • mapkino

      … sei un grande !!!

  • Mr.Burns

    Cosaaa!? Installazione di pacchetti a riga di comando su Windows!? Smitherssss, LIBERA I CANI!!!!!!1111!!!111!!

  • luciano

    ma non fanno prima a creare una distro linux anche loro?

    • JackPulde

      così potremo dire… “ennesima distro inutile!” 😀

      ahah

      • MoMy

        LOL

    • Mah

      Sarebbe l’equivalente di un suicidio. Che scrivi?

      • ennio

        per loro o per noi linuxiani?

  • Robertox

    Chissà perché quando esce una notizia Windows, 80 persone a postare, esce una news su linux in generale, postano 4 gatti, ma siamo in un Blog Linux O Microsoft? Mah. Queste News le reputo inutili. Windows ha il terminale, e chi caxxo se ne frega.

  • biosniper

    questa mossa non la trovo del tutto criticabile, come invece leggo dai vari commenti. L’intelligenza di un’imprenditore non sta nel pubblicizzare solo il suo marchio e screditare il rivale, ma nel capire quello che di buono c’è negli altri e riproporlo magari migliorandolo. quindi windows col terminale? ben venga vuol dire che Gates ha capito che non è facendo la guerra a linux che otterrà più utenti ma carpendo il positivo che in linux c’è . e se uno degli uomini più ricchi del mondo pensa che il terminale possa , contrariamente a quanti pensino il contrario, essere una strategia vincente forse non è da biasimare a prescindere. Infondo anche linux ha attinto da win, basti pensare alla enorme ( e credo, gradita) semplificazione di molte operazioni che una volta avvenivano da riga di comando e oggi sono accessibili con semplici strumenti grafici (stile windows). Concorrenza non è screditare l’avversario per avere terreno libero, ma capire ciò che di buono c’è nell’altro e riproporlo magari in modo migliore. e tutto ciò va a vantaggio di noi utenti finali
    🙂

    • MarcoLinux

      Concordo, è lo stesso ragionamento che fece Jobs Per la Apple quando rientro a farne parte, Microsoft non abbandò mai la riga di comando ( infatti il pront dei comendi è proprio questo anche se funziona diversamente da Linux )
      =)

  • JackPulde

    Parlo a voi… Ragazzi e ragazze che non usavano ubuntu perchè aveva lo “spyware” (secondo voi) di amazon… Canonical con Unity 8 vi ha accontentato! Verrà tolto 😀

    http://www. pcworld .com/article/2840401/ubuntus-unity-8-desktop-removes-the-amazon-search-spyware.html#tk.fb_pc (togliere gli spazi dal link)

    P.S. Scusate l’OT xD

  • Guest

    Attenzione, RICERCATO. Non avvicinatelo! Potrebbe contagiarvi con i suoi pericolosi virus o ancora peggio chiedervi la product key di casa vostra!

  • Matteo

    Scusate ma perchè viene criticata tanto questa novità?

    • john

      per me stanno facendo la cosa giusta

      • Matteo

        Per me tutto Windows 10 sta andando nella direzione giusta.

        • Kim Allamandola

          Oh si, incluso il lock-in tra UEFI e OS… Il problema è simile a quelli politici italiani: “ma che vuoi che faccia questa piccola novità…”, poi una volta arrivato al risultato finale sarà tardi per svegliarsi.

          Ps IMO l’unica direzione ragionevole di Windows è il redesign e riscrittura.

          • Matteo

            Criticare a un sistema operativo a prescindere da qualsiasi novità, non è solo insensato ma anche estremamente controproducente.
            Nel mondo Microsoft, Windows 10 va nella direzione giusta e sinceramente nel mondo Unix non è che ci siano delle novità così ecclatanti

          • Motoschifo

            Se rimani nel mondo MS confermo che Win10 va nella direzione giusta. Ma secondo me è MS che non va nella giusta direzione 🙂

          • XfceEvangelist

            WIndows 10 va nella direzione giusta? Un SO ancora basato su di un registro?

          • Matteo

            Se per questo userà ancora NTFS, ma sinceramente non vedo perchè criticarla quando cerca di fare un buon lavoro.

          • Kim Allamandola

            Hum, perché PowerShell non cerca di essere buona? Buona sarebbe oltre che IaC anche semplice come Ansible ad es. Invece fatta complessa IMO volutamente non è buona è lock-in becero.

          • Matteo

            Becero? Non ti sembra di esagerare?

          • Kim Allamandola

            Un banale esempio, diciamo che vuoi installare un server web:

            PowerShell

            If (-not (Get-WindowsFeature "Web-Server").Installed) {
            try {
            Add-WindowsFeature Web-Server –ErrorAction Stop
            }
            catch { Write-Error $_ }
            }

            Ansible

            - name: "Install nginx web server"
            apt: pkg=nginx state=latest

            Tu che dici? Mi vuoi dire che NESSUNO tra gli n ingegneri che han lavorato sopra PowerShell non si è reso conto di quante soluzioni semplici siano usate altrove da anni? Io rispetto chi lavora per Microsoft e perciò mi vien difficile da credere che certe cose non siano espressamente volute per ragioni commerciali! Certo dopo il discorso windows 9…

          • Attento

            Confondi uno script .net di power shell con una normale istruzione.

          • Kim Allamandola

            Puoi spiegarti meglio? Non usando Windows (mi documento solo) conosco PowerShell solo per quel poco che ho letto. Quel che ho letto in sintesi è che il suo scopo è il provisoning locale o remoto, ovvero lo stesso che fan Ansible&c, e al di la dei vari n acronimi windowsiani che usa (ISE, WinRM, WMI, WMF, DSC, CIM, MOF, LCM, …) la via scelta è una sorta di IaC dove c’è anche un po’ “di compilazione” (tanto per rompere le scatole) ma alla fine quel che scrivi sono files di testo in un linguaggio asdruso e quel che ottieni è un certo stato del sistema (se tutto va bene).

            Quel che ho scritto di Ansible è un banale task, ovvero un pezzo di codice yaml che salvi in un file di testo che Ansible caricherà, interpreterà ed eseguirà compiendo le azioni richieste… Il modulo apt prima di installare controlla che il pkg richiesto non sia già installato (ovvero non mi serve il controllo di cui al listato poweshell) e se non lo è o è obsoleto lo installa/aggiorna. La stessa cosa fa il listato PowerShell (se non ho sbagliato qualcosa)…

          • Ciro

            Quindi anche il nuovo progetto open ElektraInitiative secondo te è fuffa?
            github . com / ElektraInitiative / libelektra

    • Flex

      Criticano a prescindere, questo è il punto.

      • Kim Allamandola

        Anche questo accade spesso, ma qui più che criticare c’è da ridere: PowerShell è una soluzione iper-scomoda e limitata quando in ambito *nix vi sono da eoni soluzioni più semplici, potenti, comode ecc. La critica “leggera”/”superficiale” è che in n anni non sono riusciti a partorire nulla di meglio. L’analisi razionale è che non possono tecnicamente far di meglio.

        Ce n’è abbastanza per criticare consapevolmente, specie quando grazie all’ignoranza di tanti anche tu hai problemi vari (gente che chiede il supporto ad Internet Explorer ecc)…

        • Flex

          Lasciami fuori, grazie.

  • domenico

    si, ma la differenza e’ che linux e’ a riga di comando; poi sopra ci puo’ girare un server grafico a scelta

    qui stiamo parlando di un’applicazione grafica che mima un terminale, non c’entra nulla con linux

    • Kim Allamandola

      PowerShell è un sistema di automazione, non un’applicazione grafica…

  • iClaud

    Ammesso che riescano ad implementare bene la funzione… Voglio proprio vedere se riescono a fare un repository con TUTTE le applicazioni standard di Windows.

    Speriamo non ingaggino il team che gestisce lo Store di Windows…

  • nemo

    anche io credo che questa scelta sia da criticare: dato che si ci è fatto tanto di c**o negli anni per eliminare la riga di comando così che i pc non fossero destinati solo alle aziende ma anche all’uso casalingo mentre ora che si vuol regredire la gente accusa microsoft di aver “copiato” operazioni a riga di comando come se avessero preso spunto da una grande rivoluzione informatica(c’era 20 anni fa) inclusa solo in linux, se poi mi dite anche”Windows 10 sarà sempre più simile a Linux?” io rispondo:senza offesa ma non è linux che ha sempre cercato di assomigliare funzionalmente e graficamente a windows?

    • Kim Allamandola

      È una questione di pensiero: GNU/Linux, come UNIX del resto, è nato per evolvere e l’opensource è a sua volta una naturale evoluzione, il suo successo è il fatto che si basa sulla collaborazione di una quantità di individui con idee ed interessi diversi che è pressoché impossibile un’azienda pur gigante non eguagliare ma anche solo avvicinarsi lontanamente.

      Microsoft al contrario ha come pensiero fisso il vendere un prodotto, annientare ogni evoluzione che non sia stata pilotata ed inlucchettata nei loro sistemi. La critica ideologica è questa. Microsoft non ha sviluppato *nulla* per rendere facile la vita a chiunque salvo se stessa. La combinazione di prodotti del genere ed ignoranza è uno dei peggiori mali dell’informatica.

      A parte ciò hai provato PowerShell vs un qualsiasi sistema di automazione e scripting diffuso in ambito open? Bé hai l’essenza materiale della critica: PowerShell è assolutamente contro-intuitivo, scomodo, oscuro, strutturato per realizzare mostri di testo ben poco comprensibile ecc. GNU/Linux viene sviluppato in massima parte per migliorare, per questo dalle GUI a tutto il resto sono “un altro mondo”.

      • Matteo

        1. Anche senza la filosofia “open”, Windows è il sistema operativo più usato, anche senza pre-installazione.

        2. La vera società che ha come unico pensiero fisso, il vendere un prodotto, è la Apple.

        3. Il tuo odio fanatico verso Windows rende i tuoi giudizi poco obiettivi.

        • XfceEvangelist

          Windows il sistema operativo piu’ venduto? Si ok, allora introduciamo il rispetto della legge: nessuno al mondo puo’ piu’ utilizzare keygens e cracks, tutti devono pagare le rispettive licenze di tutti i programmi installati.
          Inoltre spieghiamo agli utenti il concetto di virus, malware, chi li crea e come le aziende ci guadagnano sopra.

          Dopo 10 anni voglio vedere se Windows ha ancora la stessa quota di mercato.

          • Motoschifo

            Basta il rispetto delle licenze a decretarne la fine istantanea… 😀

          • Matteo

            Scusami ma volevo dire il più usato, errore di battitura (ho modificato).
            Cmq sono d’accordo con il tuo commento, chiaramente non durerebbe molto.

        • Kim Allamandola

          Che Windows sia più usato fuori dalle licenze OEM ho seri dubbi. Sul punto 2… Cisco, Oracle, Mikrotik, … sono tutte con lo stesso pensiero fisso. Il punto è che tante aziende si creano volutamente un ecosistema “diverso dagli altri” e complesso per forzare un lock-in che altrimenti non sanno come imporre. Pensa ad IOS (Cisco) è oscenamente scomodo e complesso, specie se lo confronti con soluzioni open (tipo Vyatta) ma questo serve a garantire l’ecosistema di certificazioni, a “fidelizzare” il cliente (“ho imparato questo, ci metterei troppo ad imparare anche altro”) ecc.

          Sul punto 3 il mio “odio” che è più che altro repulsione deriva dalle rotture di scatole che Windows mi da pur non usandolo (prodotti che lo richiedono, bipedi che pensano Windows sia l’unica soluzione ecc). Credimi i miei giudizi sono obiettivi.

  • Matteo

    Quindi una novità Windows verrà criticata a priori?

    Intanto bisognerebbe provare prima di criticare, secondo se Windows ha notato la comodità della riga di comando e decide di implementarla sul suo sistema, non ci vedo niente di male, anzi per me fa solo bene.

    Le feature di Linux non sono proprietarie, quindi alla fine Windows potrebbe copiare pari pari una distro.

    La cosa veramente sconcertante è che Windows, tra una versiona e l’altra, sta portando più novità di un avanzamento di versione di una distribuzione Linux.

    Poi ci chiediamo perchè Linux non prende piede.

    Messaggio inviato da Arch Linux Kernel: 3.16-ck MATE (1.8)

    • XfceEvangelist

      GNU/Linux non “prende piede” esclusivamente a causa del proprio marketing inesistente e relativa disinformazione degli utenti al contrario della politica aggressiva, prepotente e diffamatoria di Redmond. Nel settore embedded infatti, dove gli sviluppatori e le figure di contorno sono un po’ piu’ specializzati, i prodotti di Redmond oramai sono inesistenti, lavoro in questo campo da 12 anni. Ci sono certamente eccezioni come i Bancomat e gli info point sugli autogrill, ma penso che li sia piu’ un politica di appalti dati in mano a sviluppatori succubi dei prodotti di Redmond.

      Le novita’ di Redmond sono decise da poche persone, le novità di una distribuzione sono decise da un gruppo di persone (e spero in maniera democratica). Sono i concetti occulti di libertà e benessere decisionale ai quali dovremmo dare piu’ importanza rispetto alla bellezza esteriore dei prodotti informatici.

    • Motoschifo

      Criticare a prescindere non è corretto, in qualsiasi contesto anche non informatico.
      Io ho provato più volte i prodotti e le novità, ma in ogni occasione ho avuto delusioni.
      Ad esempio tutte le volte che uso la shell di Windows rimando allibito dalla totale assenza di facilitazioni, ossia come si usava all’epoca del DOS. Anzi, pure in quel casi occorreva attivare alcune feature (history, autocompletamento, ecc). In altri sistemi, tipo DR-DOS, c’era addirittura il multitasking tramite programmi TSR (“terminate and stay in ram” se ricordo bene) che surclassavano qualsiasi cosa simile (certo non Linux…)

      Però quando MS si ostina ad usare prodotti che sono sbagliati per concezione (es. ntfs, antivirus, uac, registry, dll) non puoi ottenere un sistema davvero sicuro e stabile. Ogni aggiornamento che arriva (uso Seven a lavoro) richiede il riavvio del pc e questo è tra l’altro schedulato. Se non rispondi entro tot minuti, il pc si riavvia. Perchè fare questo tipo di scelte? Gli utenti sono beoti che non possono decidere quando riavviare?

      Io comunque vorrei provare Windows 10, così per vedere cosa hanno fatto, ma dubito di trovarlo interessante (e comunque in casa è già tutto sistemato con Linux, a lavoro non ho voce in capitolo).

      • Matteo

        Sono d’accordo, il terminale Windows fa pena ma questo non vuol dire che ogni volta che provano a migliorarsi debbano essere criticati.
        Questa power shell non sarà una novità ecclatante, ma è pur sempre un inizio

        • dentaku65

          mmm… ma tu ci lavori con PowerShell? Io putroppo si, è una cosa ignobile….

          • Kim Allamandola

            Che dici visto che ci lavori direttamente di darmi una mano a far capire che PowerShell NON È UNA SHELL?

            Capito questo molti commenti prenderebbero un senso più logico 🙂

    • Massimiliano Ferrario

      Ma quale novità da sempre windows ha usato il copia incolla da altri OS ed ora lo fa con linux.

      • Matteo

        E secondo te copiare dai migliori è uno sbaglio?

        • Massimiliano Ferrario

          No assolutamente fa bene a copiare sempre più da sistemi liberi ma rimane sempre un OS a licenza chiusa che non innova niente imho.

          • Matteo

            Power Shell, desktop virtuali, task view.
            Si dai, da Windows 8 a Windows 10 non ci sono novità.

          • Massimiliano Ferrario

            le novità da windows 8 al 10 sono il cambio di numero e la licenza che costerà di meno (per fortuna) ma un OS “chiuso” rimane tale e non innova mai,per innovare ci vuole una comunity che venga “ascoltata” e non un gruppo di sviluppatori e basta.
            Quindi è la mentalità di M$ che non porterà mai innovazione poichè non chiede all’utente cosa “voglia” ma ti dice “tu usi questo”.

          • Ciro

            Windows 10 addirittura apre una finestra per ogni azione che fai chiedendoti se è corretto + un commento se lo vuoi aggiungere. Poi fai INVIA

            Il problema vero è che chi usa ancora Windows non sa cosa vuole, non conosce il passato, non sa cosa potrebbe avere rimettendo in piedi il castello che lui stesso ha smantellato spogliando windows.

          • Kim Allamandola

            Novità != innovazione

          • Matteo
          • Kim Allamandola

            Ok, riformulo: butti giù un palazzo e lo rifai, cambi la disposizione dei vani, degli impianti dei mobili, decidi di mettere in ogni stanza da letto un bidet nascosto nel comodino ecc hai innovato? IMO se il risultato (prodotto/servizio) finale non è sostanzialmente migliore del precedente non hai innovato, hai cambiato ma non innovato.

            Windows da decenni riscalda la minestra, cambia pasta, patate, ortaggi, brodo ecc lasciando sostanzialmente “(in)usabile”/”(dis)funzionale” l’OS allo stesso modo, le “innovazioni” sono per lo più IMO aumenti del lock-in e nagware.

            Con PowerShell Microsoft ha innovato ma per come l’ha fatto il risultato in termini di miglioramento è talmente basso da risultare più in un ennesimo cambiamento che non un’innovazione vera, positiva.

          • Franco

            Lo scrivo senza far cadere dalla sedia nessuno (forse non avevi letto le altre discussioni)
            1- I desktop virtuali erano già con xp come pacchetto esterno opzionale – quindi non ha copiano una emerita mazza
            2 – La gestione dei task è sempre stato uno dei punti di forza di windows soprattutto in ambito server dove esiste in modo esteso da più di 20 anni.
            Ciao e buona continuazione 🙂

      • Franco

        Ma quando mai? Quindi gli altri non copiano? Apple non ha preso niente da BSD? Google non si è fatto un montagna di soldi a spese nostre, sulle spalle del nostro ingegno? In Linux nessuno fa fork di un fork? distro su un’altra distro? Se fai i conti esatti (tenendo conto anche di quello che pure la stessa MS si è scordata di aver fatto in passato) scoprirai che Microsoft alla fine è quella che ha copiato di meno in assoluto.

        • Kim Allamandola

          Su questo ho seri dubbi. Ad ogni modo PowerShell come ho scritto sopra non è una shell, semmai più che aver copiato da GNU/Linux si dovrebbe dire che ha copiato da Puppet/SaltStack&c

    • Jacopo Ben Quatrini

      Bisogna anche vedere come viene implementata la novità , non basta che venga annunciata una nuova feature (per windows s’intende ) per togliersi le critiche di torno.
      Senza contare che criticare serve anche a Microsoft per capire che direzione prendere , se nessuno avesse criticato windows 8 e la sua interfaccia Metro oggi, forse, non esisterebbe nemmeno questo windows 10 che promette di tornare ad esser più classico.

      Cmq sia finora Windows ha portato ben poche novità, non gridate subito al miracolo solo per qualche piccolo cambiamento fatto con windows 8 prima e con windows 10 poi, tra windows XP , vista e 7 a livello concettuale cambiava davvero poco e si avevano più o meno gli stessi problemi anche se , forse , meno frequenti con l’avanzamento di versione.

      • Matteo

        D’accordissimo, infatti non ho detto che questa Power Shell sarà utilissima, ma non ho nemmeno detto che è una inutile cagata scopiazzata da linux, come molti dicono.

        • Kim Allamandola

          Hem, ocio che PowerShell non è questa feature: PowerShell non è una shell! È un sistestema di provisoning IaC (infrastructure as code) ovvero un “linguaggio di programmazione” interpretato il cui scopo è modificare l’OS su cui gira secondo quanto fornito in input.

          PowerShell permette di fare uno “script” che installa qualcosa (la feature di questo articolo) o attivare/disattivare un servizio o controllare qualcosa o scrivere qualche parametro da qualche parte ecc. PowerShell come “equivalenti” GNU/Linux ha Ansible, SaltStack, Puppet, Chef, …. non certo un terminale od una shell!

          Sviluppare ciò sarebbe da lodare, il brutto è che è scritto in stile software proprietario ovvero con un linguaggio iper-scomodo, confuso, con documentazione enorme e poco utile ecc. ‘Somma quel che dovrebbe renderti comoda la vita (e così fanno le soluzioni *nix equivalenti) di fatto ti da altri grattacapi. Questa è la critica.

        • Guest

          Ma qui la feature non è Powershell ma la possibilità di usare uno script per poter installare un pacchetto/software.
          Che poi sia una feature ispirata a linux è indubbio, però ripeto bisogna vedere come la implementano prima di dire se sia una cagata o meno, se alla prova con mano risulterà una cagata alora quei molto avranno ragione.
          L’importante è non escludere nessuna possibilità.

        • Jacopo Ben Quatrini

          Ma qui la feature non è Powershell ma la possibilità di usare uno script per poter installare un pacchetto/software.
          Che poi sia una feature ispirata a linux è indubbio, però ripeto bisogna vedere come la implementano prima di dire se sia una cagata o meno, se alla prova con mano risulterà una cagata allora quei molti avranno ragione.
          L’importante è non escludere nessuna possibilità.

    • Luca

      L’ignoranza sulla licenza GNU regna sovrana: Se windows volesse copiare pari pari una distro… dovrebbe ridistribuirla con la stessa licenza… Quindi se Windows copia righe di codice a GNU/Linux e la distribuisce sotto licenza proprietaria Closed… infrange la licenza GPL, chiaro? Ma la cosa davvero sconcertante sarebbe il non aver capito che le grandiose “novità” che Windows avrebbe portato tra una versione e l’altra (a dispetto degli avanzamenti di versione), sono “scopiazzare” cose “pleistoceniche” in ambienti GNU/Linux e tornare indietro (a buon ragione dopo il “successone” di win 8) su quasi tutte le novità introdotte dalla sua versione precendente!!!

      • Matteo

        Va be ho capito che quà sono tutti fanatici filosofici, sembrate gli utenti Apple. Sembra quasi che dobbiate giustificare l’utilizzo Linux al posto di altri SO.

        “L’ignoranza sulla licenza GNU regna sovrana”

        evita di essere saccente, ovviamente non intendevo prendere il codice, ma l’idea di una feature

        • Luca

          Scusa Matteo, per carità non la prendere a male… ma se uno scrive “alla fine Windows potrebbe copiare pari pari una distro” dice solo una gran castroneria… “copiare pari pari” ha un significato ben preciso; non si parla ne di idee, ne di filosofia, ne di fanatismo e nemmeno di incoraggiare un utilizzo di un OS rispetto ad un altro, ognuno usa quello che crede più opportuno per le proprie esigenze.

          • Sim One

            in ritardo…. ma faccio una domanda: se ms copiasse anche in parte il codice di una distro, parti non evidenti all’utente, essendo windows ‘closed source’, come si farebbe a capire che ha copiato?

        • Patrick Adorati

          che ti aspettavi? si sa che per molti GNU/Linux è religione, specie se vai su siti specializzati! Io uso G/L precisamente da Red Hat 7.2 e sono un bel po’ di anni!!! Ma tuttora rido e rido davvero tanto….x la gente linux-indottrinata Win è lo schifo, è Satana…e non vedono che G/L fa acqua da tutte le parti! Ho infiniti bugs su infinite distro, quindi non venitemi a parlare di quanto il software sia migliore PERCHE’ NON LO E’ ! Non lo è affatto! E penso di avere della voce in capitolo! Uso attualmente una Mint una Kubuntu…. sono produttore musicale, apprezzato anche all’estero (non voglio farmi pubblicità)… sempòlicemente non potrei lavorare a livello professionale con del software per G/L perchè NON ESISTE e quel poco che esiste, tipo LMMS, fa PENA! Non mi potete paragonare un giocattolo come LMMS ai miei Cubase e Sonar X3. Il meno giocattolo che c’è per G/L è Bitwig Studio, che è lo scherzo della natura delle workstations…quindi fate voi! By un musicista da 19 anni (iniziai a 10 anni con le tastiere) ed un G/L user da tempi immemori.

      • Kim Allamandola

        Bé se l’ignoranza sulla licenza regna sovrana l’apertura mentale fa ancor peggio… Copiare non vuol dire necessariamente riusare il codice ma anche solo re-implementare un’idea e qui la GPL non protegge.

        • Luca

          Non è una questione di apertura mentale… “copiare pari pari” in italiano ha un significato ben preciso…

          • Kim Allamandola

            La è: copiare pari pari ha un significato ben preciso ma non è altrettanto preciso l’oggetto della copia. Se si parla di GUI copiare pari-pari può anche voler dire fare una GUI identica ad un’altra magari una scritta in Qt/C++ e l’altra i PyQt, il codice è decisamente diverso, la GUI è assolutamente uguale.

            Tieni presente che “il codice” è almeno due cose distinte, una la mera codifica, protetta dalla GPL, l’altra la logica che la codifica implementa: se mi leggo un codice GPL di un quicksort e lo riscrivo “algoritmicamente uguale” di fatto “ho copiato” il codice GPL ma poiché il linguaggio usato, lo stile di indent, i nomi delle variabili/funzioni ecc è diverso la GPL non può far nulla, questo scenario è fuori dal “bianco o nero”, è nella grigia area dell’interpretazione di CTU e CTP vari.

    • ehmmmm ma saii che linux ha una licenza?? microsoft potrebbe copiara pari pari linux senza problemi, se linux fosse sprovvisto di una licenza che lo tutela, ma siccome linux ha una licenza GPL e siccome la GPL impone, che qualsiasi codice derivato da un codice GPL deve essere ridistribuito con tale licenza, se windows copiasse senza ridistribuire il nuovo codice con licenza GPL, microsoft violerebbe la licenza di linux e si troverebbe nei casini

      • Matteo

        Non intendo copiare il codice, ma prendere una caratteristica linux come i desktop virtuali per esempio e implementarla in Windows, copiare un idea ma ovviamente senza usare il codice licenziato

        • ahh ok allora si quello possono farlo senza problemi 😀
          sorry

        • DigiDavidex

          Eeeeeh, sei un dipendente Microsoft! Guai a te se copi e non rilasci il sorgente XD

    • TopoRuggente

      Verissimo, Microsoft ha un vantaggio, un unico DE (buono o meno che sia), nessun limite in esigenze hardware, limitate piattaforme supportate, pieno supporto di produttori hardware.

      … e soprattutto non ha miriadi di Fan Boy alla “Zeitgeist é uno spyware”, “Systemd fa troppe cose” …

      • Concordo

        Tutto vero tranne quella dell’unico DE, io ne ho contati una ventina, metà dei quali free. Non sono molto conosciuti, ma ci sono.

        • TopoRuggente

          Avresti qualche link, non ne conosco nessuno e sono curioso, ne hai testati sono usabili?

          • OK come vuoi

            Dipende da cosa vuoi fare. Vanno dal semplice ridisegno grafico alla sostituzione di vari programmi partendo dal processo di explorer, fino ad arrivare alle stanze 3D (dove le icone sono oggetti posizionati anche sui muri). Ne esistono dai tempi di win95 se non prima.

            Scrivi su google: windows alternative environment

            Ti linko uno open:
            cairoshell . github . io

          • PS

            Li usavo molto una decina di anni fa, in quanto mi divertivo a creare nuovi temi. Adesso non ho più così tanto tempo. Ma ci sono ancora e sono parecchi.

          • TopoRuggente

            Splendido, ma lo sviluppo è fermo da più di 4 anni.

          • MoMy

            Se non ricordo male dovevi patchare Win con uxtheme(?) altrimenti non ti permetteva l’ installazione e uso di nessun nuovo tema anche se free. Vero è che son fermo a XP. 😛

          • A dire il vero

            …uxtheme ti snatura un po’ tutto il sistema senza darti la possibilità di tornare indietro, quindi è pericoloso. Uxtheme è uno degli ultimi nati e alla fine modifica solo il tema. Quindi ha funzionalità molto ridotte.

          • A dire il vero

            e poi non sono da confondere i temi con i DE che ti cambiano tutto. I temi si fanno per uno specifico DE o programma. Su Linux è uguale.

          • TopoRuggente

            Ok, ma quelli erano themi, ricordo esisteva anche qualcosa a pagamento, che cambiava (e se non erro aveva i desktop virtuali e il cubo rotante), ma nulla di paragonabile alle differenze fra KDE, GNOME e i3 per nominare solo alcuni dei de

          • Dici?

            Ti avevo scritto “dipende”. Io al tuo posto non sarei così diffidente.
            Qui sotto ad esempio ti metto un esempio di DE della stardock con tema KDE e con vari applicativi presi dalla famiglia ObjectDesktop (che include anche WindowFX, Fences, CursorXP [cursori con animazioni spinte che su Linux non esistono], ecc)

          • TopoRuggente

            E potevi rimuovere il DE windows e lasciare lo stardock?
            Io ho sempre pensato (magari sbagliando) che StarDock si appoggiasse su Windows, non lo sostituisse.

      • Kim Allamandola

        Windows non ha fanboy? Hum, se capiti nella mia zona e hai voglia di una capatina al bar te ne presento volentieri qualcuno, poi cambio tavolino e prendo i popcorn 🙂

        Sul supporto… Sai quanto ferro desktop oggi su Windows non va (non ci sono drivers per vecchie ed ultime versioni) mentre va su GNU/Linux?

        • TopoRuggente

          Quello che io contesto nell’attuale mondo Linux é la perdita di “voglia di fare”, ci sono miliardi di player multimediali, ma nonostante le miriadi di critiche a systemd nessuno che faccia un fork o produca una alternativa.

          Gli utenti windows (e mac) sono come i bambini ,,, fanno “oooohhh” a qualsiasi novità e fine.
          Mentre loro fanno fronte comune contro il “nemico” noi ci accoltelliamo a vicenda.

      • ilovelinux

        WIndows ha le esigenze di spazio, infatti se hai un SSD di 64 Gb non puoi installare WIndows 8/8.1/10 perché non gli basta secondi lui

        • No

          Falso.

          • Motoschifo

            Solo in parte falso, nel senso che te lo lascia installare ma poi hai problemi in seguito.
            Dopo un po’ (aggiornamenti o installazione di altre app) le cartelle iniziano a gonfiarsi senza motivo.
            Non so su 8.1/10, ma su 7 e 8 dopo aver messo Office e Visual Studio mi sono ritrovato un paio di giga in più (oltre allo spazio delle applicazioni installate) occupate da file temporanei, punti di ripristino, versioni precedenti di una marea di dll/exe, ecc.
            Ho disattivato tutto il disattivabile ma la cosa si ripresenta nuovamente dopo un po’ di aggiornamenti.

            Sotto Linux invece le cartelle rimangono stabili, anzi può capitare che dopo l’aggiornamento di una libreria questa occupi addirittura meno (ti viene indicato da apt, ad esempio).
            Anche XP ha sempre risentito di questo problema (punto di ripristino, cache, temporanei mai cancellati, ecc).

          • Tui scherzi o non hai voglia

            Ti basta fare pulizia. A me non è mai successo, ho mille app fra cui 3 versioni di VS ultimate, sql server, office full e una miriade di software grafico. Tutto dentro pochi giga che tengo sotto controllo.

            Esegui la pulizia avanzata sull’unità:
            Click su proprietà della partizione -> Disk Cleanup -> Clean up system files
            2) disabilita lo snapshot automatico sulla partizione ntfs e dei singoli files dalle proprietà avanzate
            3) usa treesize_free

            per tenere sotto controllo visivo ogni singolo file che sfora

            4) se hai tanta ram, ovviamente nel tuo calcolo non considerare lo swap pagefile e hiberfil

          • Motoschifo

            Tutte cose che ho fatto anche con XP per diversi anni, quando pure io mi barcamenavo con 3-4 versioni di VS e altri ambienti.
            Usavo altri strumenti molto simili, ovviamente disabilitando subito gli snapshot (specialmente sui dischi esterni usb) che però ogni tanto tornavano attivi…
            Fermo restando che condivido ciò che hai detto, la mia osservazione era relativa al fatto che su Linux queste cose non accadono. Ho diversi pc, tra cui due netbook uno con un disco da 8GB e l’altro da 60, che sono rimasti identici a quando li ho installati.
            Su questi netbook ci faccio di tutto, installo programmi vari, compilo anche (poco, quando non posso fare altrimenti) ed il file system è rimasto inalterato.
            Le uniche partizioni che aumentano sono home (file e documenti nuovi) e la cartella si svn perchè ci metto ovviamente nuove cose dentro.
            Con Windows XP, ad esempio, dovevo a volte spostare file dalla system32 che apparentemente non servivano (cioè non dava problemi senza quei file) e poi rimetterli una volta installato il service pack.

            Comunque per fortuna sono temi andati, ormai mi limito ad usare quei sistemi e quando posso tolgo Windows per Linux (Mint, Arch, Ubuntu a seconda di chi deve usarlo e cosa deve fare).

            In sostanza, da quando sono passato completamente a Linux, non mi pongo più problemi di spazio disco per il sistema operativo.
            Viceversa, specialmente con le macchine virtuali Windows, devo sempre stare attento a dimensionare e spesso sono “costretto” a fare una sola partizione per dati e sistema, perchè a volte alcuni programmi si installano in una cartella non modificabile e magari occupano svariati giga 🙁

      • asd

        Un unico DE che cambia ad ogni release. Nuova versione del pannello di controllo per fare le stesse robe di prima. Cerca il bordo giusto della finestra ovviamente non segnalato, come se fossero tutti su un portatile 11 pollici quando ormai i monitor fullhd li trovi nelle buste delle patatine.

        Al contrario, volendo, su linux posso usare windowmaker come facevo nel 2002, stesso identico ambiente. E posso mettermi le decorazioni finestre uguali al macos9 cosa che mi sa non puoi fare neanche su mac.

        Se non mi piace il systemd di cui tutti si lamentano e sono nostalgico vado su gentoo o debian stable, se non sono nostalgico uso voidlinux che con runit ha script di configurazione di due righe e avvio e riavvio veloci come systemd.

        Non confondiamo i problemi dell’utente con quelli del power user con quelli di chi fa assistenza con quelli di chi vuole tirar su qualche soldo da linux visto che con mac e MS diventa sempre piu’ dura.

        • TopoRuggente

          Credo ti sia sfuggita la vena “ironica” del mio post.

          Sicuramente la “mancanza di opzioni” riduce il lavoro, ma chi andrebba (ad esempio) in un ristorante con un piatto solo?

  • ilovelinux

    La Microsoft copia da Linux tutto tranne l’open source

    • abral

      In realtà questo fatto della linea di comando è opensource, il codice è su GitHub. Strano, anzi stranissimo, ma vero!

      • Già

        Si ma mica è l’unica cosa scusa. Non si fermano più. Devono aver assunto qualcuno con la mente molto aperta. Qualcosa sta succedendo.

  • DigiDavidex

    Microsoft copia da Gnu/Linux, Apple copia da entrambi. Cosa succederebbe se GNU/Linux copiasse da Apple o da Microsoft? Si dia il via al flame! 😀

    • non voglio fare il saputello o robe simili, a me la Apple non piace affatto ma l’ultima volta che ho controllato ci sono parecchie feature che sono state scopiazzate dalla Apple.

  • Rinox1590

    Questo dimostra la validità di gnu/linux, che è talmente funzionale da essere copiato da “quelli” che dicono che ha solo il 2% del mercato. La verità è che hanno paura, paura che la gente si accorga che QUELLO CHE È MEGLIO È MEGLIO.

  • Lorenzo

    vi siete scordati tutti windows server core?
    bastava scrivere un comando per configurare ed avviare un server web:
    “start /w pkgmgr /iu:IIS-WebServerRole;IIS-WebServer;IIS-CommonHttpFeatures;IIS-StaticContent;IIS-DefaultDocument;IIS-DirectoryBrowsing;IIS-HttpErrors;IIS-HttpRedirect;IIS-ApplicationDevelopment;IIS-ASP;IIS-CGI;IIS-ISAPIExtensions;IIS-ISAPIFilter;IIS-ServerSideIncludes;IIS-HealthAndDiagnostics;IIS-HttpLogging;IIS-LoggingLibraries;IIS-RequestMonitor;IIS-HttpTracing;IIS-CustomLogging;IIS-ODBCLogging;IIS-Security;IIS-BasicAuthentication;IIS-WindowsAuthentication;IIS-DigestAuthentication;IIS-ClientCertificateMappingAuthentication;IIS-IISCertificateMappingAuthentication;IIS-URLAuthorization;IIS-RequestFiltering;IIS-IPSecurity;IIS-Performance;IIS-HttpCompressionStatic;IIS-HttpCompressionDynamic;IIS-WebServerManagementTools;IIS-ManagementScriptingTools;IIS-IIS6ManagementCompatibility;IIS-Metabase;IIS-WMICompatibility;IIS-LegacyScripts;IIS-FTPPublishingService;IIS-FTPServer;WAS-WindowsActivationService;WAS-ProcessModel”

    • Gnurant’

      Questo era uno script di testo non un comando da digitare.

No more articles