E’ disponibile la nuova versione 1.0 di OpenMediaVault completo NAS basato su Debian Stabile dotato di interessanti funzionalità.

OpenMediaVault
Nei mesi scorsi abbiamo presentato alcuni  progetti dedicati a creare un  Network Attached Storage (NAS), un dispositivo collegato in una rete locale o pubblica attraverso il quale possiamo accedere e condividere i nostri file da remoto.
A fornire un’ottimo NAS domestico o professionale troviamo il progetto OpenMediaVault, una distribuzione Linux basata su Debian 7 Wheezy con Nginx dotata di applicazioni e tool dedicati in grado di fornire un completo NAS stabile e sicuro.
Dopo mesi di duro lavoro è disponibile la nuova versione 1.0 Stabile di OpenMediaVault, nuova versione che include una completa e rivisitata interfaccia web con la quale possiamo gestire al meglio sia la distribuzione ed i nostri file e directory.

Tra le principali caratteristiche di OpenMediaVault troviamo la versione sia per pc che device ARM come Raspberry Pi, Cubieboard, Cubox, ecc e la possibilità di includere hard disk / memorie con i più diffusi file systems come ext3, ext4, btrfs, VFAT, JFS, XFS. Da notare anche la possibilità di accedere ai nostri file e sistema attraverso i più diffusi protocolli come SH, FTP, TFTP, NFS, SMB/CIFS, RSync ecc possiamo anche effettuare scansioni antivirus grazie a ClamAV ecc.
Da notare l’opzione per inserire i vari hard disk collegati e sistema in stand-by e la possibilità di includere molte nuove funzionalità al NAS tramite plugin di terze parti.

OpenMediaVault

Per maggiori informazioni e per scaricare OpenMediaVault consiglio di consultare la pagina ufficiale del progetto.

via

  • claudio

    Ho provato ma non funzionano lo stesso.

  • Brado

    Non è possibile farlo con tutte le estensioni, io l’ho fatto con Remove Rounded Corners ed ha funzionato senza problemi, con altre, anche se vengono riattivate, ho delle difficoltà nel farle funzionare, difficoltà che al momento non ho tempo di verificare, anche perché ogn’uno usa quelle che ritiene utili e dopo questo aggiornamento ce ne sono molte che non funzionano e che non sono state ancora aggiornate dagli autori. È quindi evidente che non con tutte le estensioni basta questa piccola modifica

    • Brado

      Provate con quelle da voi utilizzate, verificatene il comportamento ed
      al limite riportate il file metadata.json allo stato originale in attesa
      di un reale aggiornamento da parte dell’autore.

  • Maudit

    Ok, aspettiamo i PHP-hater: “Noooo!!! Anche questo usa PHP”.

    • Perchè PHP puzzerebbe?

      • Bacocero

        Perché PHPuzza

  • didjeridoo82

    Ho una domanda per chi ha già usato prodotti del genere: ho un HD collegato al router e lo uso come NAS. Consigliate la gestione di questo HD tramite Openmediavault (o similiari) installato su Raspberry PI ?
    Grazie.

    • Kim Allamandola

      IMO né un router né un Raspberry hanno abbastanza risorse per realizzarci un nas che non sia proprio tirato per i capelli, detto questo la risposta è tu che tipo di accesso ai dati vuoi?

      Mi spiego OpenMediaVault e tutti gli altri NON SONO NAS, sono webui che wrappano una serie di servizi, han senso SOLO per chi non sa configurare un servizio a mano e non ha voglia di imparare un minimo di cose. Se ti va bene accedere via sftp sul raspberry con raspbian ti basta un apt-get install openssh-server e 5′ di howto per avere ssh pronto con tutte le share sftp che vuoi, aggiungendo magari ferm per una gestione umana di iptables.

      Il resto è IMO una perdita di tempo: impieghi più tempo a tirar su queste webui e ad imparare le loro idiosincrasie che non a studiare un paio d’ore di qualche manuale. Per di più il tempo che impieghi per farle andare non ti da un grammo di conoscenze in più.

      • didjeridoo82

        Ecco, grazie. La mia era un’idea per “perderci tempo” e smanettare un pochino.

        • Kim Allamandola

          Smanettare è sempre una bella cosa (su sistemi di test) IMO però è bella *solo* se ti fa imparare qualcosa, clicchettare in giro e copio-incollare snippet non lo fa. Cosa impari se clicchi qualcosa su una UI che oggi c’è domani magari no o sarà completamente diversa?

          Cmq sul Raspberry non penso riesca proprio a girarci come per, puoi provarlo su un vm o nativamente sul tuo PC, come risorse indicative minime ti direi 1Gb di ram, 1G di swap, una cpu x86 dual core stile sempron e nessun requisito specifico come storage (ovvero questo dipende dagli esperimenti che vuoi fare). Come fs zfs IMO è La Scelta, btrfs secondo classificato, gli altri non supportando (per lo meno umanamente) snapshot&cloni per un NAS moderno sono “limitanti”…

  • ilcampione

    Ciao a tutti

    vorrei usare questo tipologia di prodotto per un fileserver aziendale, abbaimo circa 1000 utenti e 8TB di dati, queste soluzione è stabile ? ci sono alternative più stabili che mi possano garantire sonni tranquilli ?? (Maggiore robustezza o un community dietro molto robusta)

    • Develop

      Per ambito aziendale ti consiglio un SAN (http://it.wikipedia.org/wiki/Storage_Area_Network)

    • Kim Allamandola

      Se hai bisogno di una webui per un NAS da 1k utenti NON ci sono soluzioni per dormire tranquilli. Ad ogni modo per “rodaggio” e community Nexenta e FreeNAS sono oramai storici ed entrambi su zfs, quindi molto più gestibili come storage.

      Questa soluzione, come anche Nexenta e FreeNAS e tutte le altre soluzioni equivalenti è semplicemente un deploy pre-cucinato di una qualche distro/OS (Debian per OpenMediaVault, FreeBSD per FreeNAS, OpenSolaris/IllumOS per Nexenta), è stabile o robusta quanto l’OS su cui si basa, la bontà del cuoco, il ferro su cui gira e le mani di chi la gestisce. Un NAS da 1k utenti ha già le caratteristiche di una piccola SAN quindi ti servono opportune configurazioni, dipendenti dal ferro, dal carico di lavoro che avrai ecc, per ridondanza, backup, load-balancing, monitoring ecc.

      Non puoi avere una risposta sensata se non dici che ferro hai, che rete hai, che carichi di lavoro hai ecc. Con queste informazioni puoi avere consigli su un setup specifico per il caso, metterlo in piedi può anche essere semplice ma aver le competenze per affrontare eventuali problemi in maniera tale da dormire tranquilli richiede anni di esperienza e un bel po’ di studio, cose che nessun wrapper/front-end può darti a dispetto di tutte le pubblicità del mondo.

No more articles