Primi passi con Deepin 2014

34
270
Abbiamo testato il nuovo Deepin Linux 2014, la famosa distro cinese finalmente disponibile anche il lingua italian con un’ambiente desktop tutto nuovo.

Deepin Linux 2014
Da pochi giorni è disponibile il nuovo Deepin Linux 2014, nuova release della famosa distribuzione cinese basata su Ubuntu Linux. Basata su Ubuntu 14.04 Trusty LTS, Deepin Linux 2014 porta con se moltissime novità che danno reso sempre più completa e funzionale la distribuzione a discapito però delle performance e reattività. Finalmente disponibile anche in lingua italiana, Deepin 2014 include un nuovo display manager e soprattutto il nuovo Deepin Desktop Environment 2.0 ambiente desktop, basato su Gnome, che dispone di un’unica dockbar dalla quale possiamo gestire le varie applicazioni attive e accedere al menu full screen con applicazioni raccolte per categorie e con l’accesso veloce alle nostre applicazioni tramite anche un’utile barra di ricerca.

Importante caratteristica del nuovo Deepin 2014 è sicuramente il nuovo Deepin Control Center, moderno gestore che ci consente di operare facilmente nell’intero sistema operativo dalla gestione hardware, account fino alle varie personalizzazioni, tra queste troviamo anche la possibilità di personalizzare il bootloader, display manger ecc. In Deepin Linux 2014 troviamo ben due software center uno dedicato alle applicazioni ed un’altro invece dedicato ai game, ottimo anche il nuovo player audio e video che dispongono di molte funzionalità e personalizzazioni a discapito però del consumo di memoria ram.

Deepin Linux 2014- Menu

Tra le app di default in Deepin 2014 troviamo anche il browser Google Chrome, la suite per l’ufficio LibreOffice, Skype, Pidgin, HexChat ecc oltre ad includere già il plugin Flash Player e codec multimediali.

Ecco il video dedicato a Deepin Linux 2014:

Deepin Linux 2014 risulta a mio avviso un’ottima distribuzione, semplice da installare ed utilizzare con applicazioni dedicate davvero molto complete di molte utili funzionalità.

Note negative:

L’installer non include la possibilità di gestire le partizioni, dispone di un’ operazione automatica che porterà a mio avviso diversi problemi soprattutto agli utenti che decideranno di installare la distribuzione in dual boot con Windows 8.1 (non ci sono problemi invece per chi installa Deepin da sola o in dual boot con altre distro Linux o Windows 7). Altra nota negativa riguarda la pesantezza del nuovo ambiente desktop con consumo di ram elevato che rende la distribuzione inutilizzabile in pc datati monocore con meno di 2 GB di ram, da rivisitare a mio avviso alcune applicazioni come software center che molto spesso va in crash.

Se avete testato / installato anche voi Deepin Linux potete segnalarci i vostri pareri commentando questo articolo.

Per maggiori informazioni e per scaricare Deepin Linux 2014 consiglio di consultare il nostro articolo dedicato.