Installare il client ownCloud in Ubuntu e derivate

In questa guida vedremo come installare facilmente il client ownCloudin Ubuntu Linux e derivate ufficiali e non.

client Owncloud in Ubuntu
ownCloud è un progetto open source con il quale potremo creare facilmente un servizio di cloud storage dotato di numerose feature come ad esempio la possibilità di gestire, condividere e riprodurre i nostri file multimediali e molto altro ancora. Potremo installare ownCloud sul nostro pc, server, spazio web hosting ecc oppure possiamo utilizzare servizi gratuiti come  ad esempio OpenShift di Red Hat cosi da poter da subito condividere o accedere facilmente ai nostri file da remoto attraverso il client ufficiale disponibile per pc Linux, Windows e Mac e device mobili Android e Apple iOS. Attraverso il client di ownCloud potremo sincronizzare file tra vari pc e device mobili, potremo inoltre caricare velocemente file nel nostro spazio web direttamente da file manager e molte altre utili funzionalità.

Il client ufficiale di ownCloud dispone anche del supporto per proxy e la possibilità di limitare l’upload e download dei file il tutto attraverso una semplice ed intuitiva interfaccia grafica.

client Owncloud - preferenze

– Installare il client ownCloud

Il client ownCloud è un progetto open source disponibile per Linux, Microsoft Windows, Mac e device mobili Apple iOS e Android, da notare anche diverse applicazioni dedicate (qui troviamo l’elenco) ad esempio per Linux troviamo Tomahawk player audio multimediale che ci consente di riprodurre i nostri brani musicali presenti nel nostro server ownCloud.

Il client ownCloud è disponibile nei repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux, per installarlo in Ubuntu e derivate basta digitare da terminale:

sudo apt-get install owncloud-client

e confermiamo. Al termine dell’installazione basta avviare il client ownCloud da menu / dash, al primo avvio verrà avviato un wizard che ci consentirà di configurare facilmente il client con il nostro server ownCloud.

Per rimuovere il client ownCloud basta digitare:

sudo apt-get remove owncloud-client

e confermiamo la rimozione.

Home ownCloud

17 Commenti

  1. 1099 euro per un pc simie? a parte il processore,la bella quantità di ram e le porte usb 3.0 non ha praticamente nulla di più di altri pc con costi contenuti. per questa cifra vorrei averci su una scheda video da almeno 200 e rotti euro.canonical ormai ruba soldi a destra e a manca e c’è pure chi gli va dietro.

    • A me sembra che tutti i prodotti simili a questo siano venduti a prezzo simile, forse leggermente inferiore…vedi asus ux31am macbook air 13, lenovo x1 ecc…

    • 999 da ivare…quindi sui 1200….qundi a parità di materiali e prestazioni almeno 200-300 euro meno di concorrenti blasonati come Apple….basterebbe leggere le schede tecniche prima di gettare sentenze al vento.

  2. ma qual è la differenza tra questo modello e quello con win8?
    a me è parso di vedere una diversa scheda wifi e basta, ma 300 euro di differenza perchè? solo la licenza?

    • Diciamo che è l’unico modo per avere un cloud senza perdere il controllo e la proprietà dei files.
      Comunque se la connessione cade, i duplicati si creano con qualunque client di qualunque servizio (perlomeno dropbox lo fa)… se non si creassero duplicati si rischierebbe di perdere dati

      • non credo proprio, btsync non clona mai, ubuntuone clonava ogni 3×2 infatti era una schifezza pure lenta come la morte

        probabilmente è dovuto al fatto che btsync non mette i file su un server remoto, inoltre se devi sincronizzare sulla stessa rete la velocità è senza paragoni se i pc sono collegati in ethernet

        • Esatto btsync non è un servizio cloud, ma un servizio di sincronizzazione tra due pc, non puoi paragonarlo… a questo punto dovremmo anche considerare anche rsync in LAN o il metodo “chiavetta USB” 😛

          Però appunto come hai scritto anche ubuntuone a volte clona i file e questo è dovuto non al client (che invece fa una cosa buona clonando, evitando di perdere dati) ma alla qualità della connessione tra il tuo PC e il Server.

          La potenza di Owncloud è data anche dalla possibilità di scegliere il server su cui installarlo.
          Se, caso limite, tu installassi owncloud su un PC collegato tramite ethernet, o ancora meglio, direttamente in locale all’indirizzo localhost, avresti performance identiche, se non superiori (niente divisione dei files in parti) a btsync.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here