Dopo anno di sviluppo è finalmente disponibile la versione 1.0 Stabile  di BleachBit utile applicazione multi-piattaforma per mantenere pulito il nostro sistema operativo.

BleachBit 1.0 in Ubuntu Linux
BleachBit è un software open source per Linux e Windows che ci consente di mantenere “pulito” il nostro sistema operativo rimuovendo file non più necessari liberando anche spazio dal nostro.
Grazie a BleachBit potremo rimuover facilmente cookie, cronologia ecc dei nostri browser, elimina file obsoleti e temporanei il tutto con molta facilità grazie ad un semplice e molto intuitiva interfaccia grafica. BleachBit include il supporto per moltissime applicazioni open source e proprietarie come ad esempio Adobe Reader, Bash, Beagle, Epiphany, Firefox, Flash, GIMP, Google Earth, Java, KDE, OpenOffice.org, Opera, RealPlayer, rpmbuild, Second Life Viewer, VIM, XChat e altro ancora.
Dopo quasi cinque anni di sviluppo e varie ottimizzazioni è finalmente disponibile la nuova versione 1.0 di BleachBit aggiornamento che include importanti novità sia per Linux e Microsoft Windows.

BleachBit 1.0 aggiunge il supporto per il nuovo Ubuntu 13.10 Saucy aggiungendo il supporto per “pulire” SQLite3 e la NativeCache di Adobe Flash Player, la nuova versione inoltre introduce alcune correzioni riguardanti il browser Google Chrome e il supporto per Octave e Warzone 2100. Con il nuovo BleachBit 1.0 potremo rimuovere la cronologia degli ultimi file caricati sulle nuove versioni di VideoLAN VLC, gli sviluppatori del progetto inoltre hanno incluso alcune nuove funzionalità nella versione per Microsoft Windows. Per maggiori informazioni su BleachBit 1.0 in questa pagina troverete le note di rilascio.

BleachBit 1.0 - Preferenze

Ricordo che BleachBit è un programma utile ma che va utilizzato con cautela dato che con pochi click possiamo rimuovere ad esempio cronologia, password salvate nel nostro browser e di altre applicazioni.

BleachBit 1.0 è già disponibile per Linux e Windows, in questa pagina troverete i link per il download.

Home BleachBit

  • ge+

    su aur non c’è ancora (nel momento in cui scrivo), purtroppo

    P.s: vorrei un cosiglio: winzozz mi ha fatto ammalare di “pulizia del sistema ossessivo-compulsiva”: prima di ogni log-out faccio sempre una pulizia con ccleaner e diskcleaner.
    Su linux vi è ugualment tale necessità di fare la medesima cosa con bleachbit, o posso fare il log out con “più leggerezza”?

    • io mi limito a svuotare la cache di pacman (il gestore di pacchetti archlinux) ogni tanto così da non intasare inutilmente la partizione di /
      ogni tanto faccio una pulizia con bleachbit più che altro per cancellare i file lingua che non mi servono (tengo solo italiano e inglese).
      ma tutto questo solo per non sprecare spazio nella partizione di /
      non è per un fatto di performance, anche perchè non è come windows che il registro si sporca perchè qua non c’è un registro… l’installazione in linux è diversa da windows… su linux l’installazione non è altro che copiare la cartella contenete i file necessari al programma nell’apposito percorso, su windows invece viene messo tutto nel registro e quindi ad ogni nuova installazione il registro si appesantisce sempre più quindi c’è bisogno di una pulitina ogni tanto… infatti io windows non lo uso quasi mai… ma anche se lo uso pochissimo ogni tanto gli faccio una pulizia con ccleaner e un defrag perchè NTFS si frammenta molto.
      mentre i file system di linux si frammentano pochissimo per questi motivi nel tempo non avrai un calo di performance in linux.

      quindi in linux c’è bisogno di molta meno manutenzione rispetto a windows per avere un sistema fluido…

      l’unica cosa che devi guardare è di non riempire le partizioni oltre il 75% perchè se non sbaglio poi calano le performance… ma non solo in linux, anche in windows

      • tomberry

        Su debian ho impostato in apt.conf la pulizia automatica della cache dei pacchetti installati, così non devo svuotarla manualmente..

        Questa applicazione è da usare con attenzione soprattutto se (as root) 😉

        • io la cache di pacman la svuoto dopo un po che ho aggiornato il sistema e vedo che non ci sono problemi, così in caso di problemi posso sempre tornare indietro anche se per ora non mi è mai capitato di fare un downgrade

      • N-Di

        puoi riempire la partizione root anche al 100%, le prestazioni non calano finche ce ram, unica cosa pacman si rifiuta di caricare altri pacchetti, e se scrivi nuovi file rimangono in RAM /* finche ce spazio in ram */ se riavvii con il disco pieno 100% potrebbe non avviarsi piu`, dipende dal FS, XFS solitamente funziona ma Ext4 il piu` delle volte non parte piu`

    • Regulus

      Bleachbit non è in AUR ma nel repo community, è ancora alla versione 0.9.6

  • Englishman

    Mio consiglio: andateci piano, selezionate una singola applicazione e fate l’ anteprima. Guardate accuratamente la lsita del “to be deleted”, prima di piangere sul latte versato: non e’ esattamente come CCleaner…

  • LelixSuper

    Me lo consigliate? So che i utenti che hanno Linux devono fare molta meno manutenzione, però so anche che questi programmi di pulizia se usati male danneggiano il computer…

    • E’ sempre consigliato anche per scrupolo.

    • MoMy

      In via generale nei forum di assistenza che sono di riferimento alla tua distro, c’è sempre un topic sull’ argomento. Cerca ”pulizia sistema operativo”. Potresti leggere di eventuali problemi e relative soluzioni.

  • Ok applicazione che ficcherò nel prossimo update della mia distro 😀

  • Fabio

    Ogni santa volta che ho usato quest’applicazione mi ha creato poi problemi: mai più!

  • Nicola

    Lo uso da tempo se si presta attenzione a cosa si elimina (specie come root) e non ci sono problemi di sorta,

  • Daniele Elaborati

    Lo uso da una vita e non ho MAI avuto problemi. Basta selezionare con cautela la prima volta e dopo fa sempre le stesse operazioni, a meno che non siamo noi a dirgli di fare diversamente.

No more articles