In questa guida vedremo come aggiornare Ubuntu o una derivata alla nuova versione 13.10 Saucy sia da DVD che dal gestore degli aggiornamenti.

Come aggiornare Ubuntu o una derivata alla versione 13.10 Saucy
Ubuntu 13.10 Saucy è una release che porta con se oltre a svariati aggiornamenti anche diverse migliorie ed ottimizzazioni riguardanti principalmente l’ambiente desktop Unity. Per Ubuntu 13.10 Saucy gli sviluppatori Canonical hanno voluto mantenere Gnome 3.8.x versione già presente nella precedente release 13.04 Raring migliorando Compiz e Unity 7 nel quale troviamo anche il nuovo Unity Lens Scope che ci consente di effettuare ricerche mirate in molti portali web ad applicazioni direttamente dal Dash.
Grazie al nuovo Kernel 3.11.x, Mesa 9.2 e altri aggiornamenti e correzioni varie (sviluppate anche in collaborazione con Valve) il nuovo Ubuntu 13.10 Saucy risulta molto più stabile e performante.
Se abbiamo Ubuntu 13.04 Raring o una versione precedente o derivata è possibile già aggiornare la distribuzione in Ubuntu 13.10 Saucy con molta facilità.

Prima di procedere l’upgrade è consigliabile effettuare un backup dei nostri dati in una pendrive oppure in un hard disk esterno o su Ubuntu One in maniera tale che in casi di problemi con l’aggiornamento non rischieremo di perdere dati importanti.

Per aggiornare Ubuntu o una derivata nella release 13.10 Saucy potremo utilizzare il disco d’installazione oppure installare la nuova release dal gestore degli aggiornamenti (consigliato).

– Aggiornare Ubuntu o derivata alla versione 13.10 Saucy attraverso il DVD d’installazione

Per aggiornare Ubuntu o derivata dovremo scaricare la ISO finale di Ubuntu 13.10 Saucy (disponibile dal 17 ottobre), masterizzarla o caricarla su pendrive e avviarla come un’installazione da zero. Avviamo l’installer di Ubuntu 13.10 Saucy dal boot e al momento di scegliere la modalità d’installazione do scegliamo Aggiorna da Ubuntu x.x a Ubuntu 13.10 Saucy (al posto di x.x c’è la versione installata nel nostro sistema). Una volta confermata l’installazione l’installer procederà con l’aggiornamento, al riavvio avremo Ubuntu 13.10 Saucy

– Aggiornare Ubuntu o derivata alla versione 13.10 Saucy attraverso il gestore degli aggiornamenti

Per aggiornare Ubuntu o una derivata alla versione 13.10 Saucy, basta avviare il Gestore degli aggiornamenti e nella parte alta dovremmo trovare la notifica della nuova versione.

Se non è presente, basta digitare da terminale quanto segue:
aggiorniamo la distribuzione digitando:

sudo apt-get update
sudo apt-get upgrade

e ora procediamo all’aggiornamento della versione 13.10 Saucy , e per farlo premiamo ALT+F2 e digitiamo:

update-manager -d

Si aprirà il Gestore degli aggiornamenti che, dopo una scansione del sistema, ci chiederà d’installare diversi pacchetti, confermiamo al termine dell’aggiornamento dovremo riavviare.

Gestore degli aggiornamenti di Ubuntu

Al riavvio avremo Ubuntu 13.10 Saucy.
  • Preload e Prelink quali applicazioni caricano? Si devono specificare da qualche parte?

    • Salvatore Manfredi

       Credo che le riconosca automaticamente grazie ad una specie di contatore…

    • quelle più utilizzate

  • Oppure cambiare distribuzione… cavolo openbox + tint2 + pcmanfm… altro che velocità 😛

    • daniele dragoni

       cruncbang per esempio?

      • Crunc non è rolling release, se proprio devo optare per una cooked meglio semplice-linux altrimenti sid in netinstall con openbox tint2 e pcmanfm 😛

  • Nel precedente articolo però consigliavi di metterlo il più alto possibile il numero di swap..qual è il metodo giusto?

    •  …se non erro lo swap deve essere pari o superiore alla quantità di ram disponibile…

  • Kryohi

     Configurazione di zramswap-enabler (0.2.1-0~16~precise1)…
    start: Job failed to start
    invoke-rc.d: initscript zramswap, action “start” failed.
    dpkg: errore nell’elaborare zramswap-enabler (–configure):
     il sottoprocesso vecchio script di post-installation ha restituito lo stato di errore 1

    Ma è normale che esca così? (ho il kernel 3.4.0 su ubuntu 12.04)

    • rimuovi il ppa e dai

      sudo -s
      cd /etc/init
      wget http://dl.dropbox.com/u/964512/misc/zramswap.conf

      • Kryohi

        Credo che abbia funzionato, aprendo tanti programmi mi sembra più veloce di prima!
        Ma se ho ben capito ZRam comprime alcuni file nella ram impedendo che vadano a finire nella partizione di swap dell’ HDD ? Come mai non lo attivano di default?
         Comunque grazie a te e alle tue stupende guide 😀

        • che lo arrivano di default non lo so
          visto che zram è un progetto di elementary probabile che sia integrato in elementary di default

  • Asuspro1985

    Qui debbo fare un appunto…evitate di installare prelink e preload perche aumentano rispettivamente e mediamente il tembo di boot all avvio calcolato con bootchart di 30 e 20 secondi e portano benefici veramente minimali,inesistenti se usate i browser che una volta che hanno una buona cache aprono in un attimo. Per libre office usate tutorial specifici che variano da release a release.Prelink inoltre è praticamente inutile dalle 8.04.Basta fare copia incolla dal web con tutorial superati

    • io li ho sempre installati e ho sempre notato miglioramenti
      prova prima di parlare forse è meglio

      • Asuspro1985

        Ho avrò provato il tutto su almeno una trentina di comp..

    • Asuspro1985

       e poi degniamoci tutti  di procurarci un i3 di prima generazione o almeno un penryn che siamo nel 2012 non nel 2005 ….i case dei vecchi pentium usateli per fare i barbecue

      • fabio crivaro

        compramelo tu… -.-

  • Asuspro1985

    Per quanto riguarda la swap lasciatela come sta. Zram ha risultati diversi da computer a computer,in caso di rallentamenti eccessivi anche al boot e peggioramenti si consiglia come per prelink e preload qualora stupidamente lo abbiate già fatto disinstallazione completa da synaptic per resettare tutto.Bum non fa miracoli ,al massimo 4-5 secondi.

    • a me con zram su un netbook con n270 e 1gb di ram migliora e non poco
      anche se il boot è di 4/5 seconsi superiore cosa ma poi il sistema gira meglio penso che sia consiabile

      • Noppolo

        Zram ha un senso su sistemi nei quali lo swap viene effettivamente utilizzato di frequente (quindi sistemi con poca ram), a discapito di un po’ di cpu (che viene utilizzata per coprimere e decomprimere i dati prima di leggerli e scriverli). Sul mio Kubuntu non credo di aver mai utilizzato più di 3GB di ram sui 4 disponibili, quindi il sistema non ha mai swappato quindi zram nel mio caso sarebbe solo uno spreco di risorse. Se si ha un notebook con 1 solo GB ma con una cpu decente allora il discorso cambia. Tutto è sempre comunque relativo a quanta ram usi, quanta ne hai ed a quale processore hai. Zram è molto in auge sui sistemi android (ci vuole un kernel non stock) visto che gli smarphone hanno a disposizione meno risorse di un pc: Per ogni cellulare ed utilizzatore la configurazione ottimale è diversa. Concludo che è quindi un bene che venga divulgata l’esistenza di queste soluzioni ma, come dice Asuspro1985, bisogna stare attenti a non farle passare come “magie” che risolvono ogni problema. In questo caso nell’articolo è specificato che Zram è una soluzione valida per chi ha poca ram, preload e prelink credo meritassero qualche riga in più. Grazie a Roberto che ci tiene aggiornati e ci dà la possibilità di confrontarci!

  • Asuspro1985

    E per piacere, nei forum leggo sempre di gente che ha problemi con i driver delle schede grafiche quando installa un nuovo kernel ,installate i nuovi kernel dal kernel natio dato da ubuntu,fate gli aggiornamenti software solo dal kernel natio,se avete problemi con un kernel nuovo dopo aver fatto un aggiornamento dal kernel natio, disinstalate questo kernel sempre dal kernel natio e reinstallatelo in modo che  unitramfs e compagnia bella si rigenerino e si sistemera tutto.

    • i problemi con kernel erano con nvidia a quanto pare ora risolti
      noi proponiamo anche kernel ottimizzati per intel che funzionano in alcuni casi anche miglio di quelli di default di ubuntu
      se non funzionano può sempre ritornare alla versione di default

  • Asuspro1985

    e potrei continuare ancora. Molti problemi nascono dal fatto che tanti non hanno ancora capito nemmeno dopo anni di utilizzo le basi fondamentali per l’utilizzo di ubuntu….sveglia!!

  • Guest

    Meglio Preload o Prelink???? io uso solo prelink…poi con Cinnamon entrambi sono superflui credo proprio….però 1 consiglio in piu non Fa mai male….a parte Mint lo metterò a 64 quindi…mi sto informando un po se qualcuno ne sa un po di piu in merito….

  • Turinasca

     
    dopo aver digitato   inserisco la Password ma mi rimanda !!Come mai? non mi è mai capitato durante nessun altro  comando che richiedesse la pwd.ciao e Grazie

    • gio

       usa sudo…

    • corretto l’articolo prova adesso

  • Vellerofonte

    Sarà un’impressione solo mia….ma questi sono articoli che mi sciroppavo ai tempi di Win98/ME/XP….

    Per quanto mi riguarda quel momento è finito, non sarà certo una distro linux a ributtarmici dentro, se volevo spendere la maggior parte del tempo a manutendere il sistema piuttosto che ad utilizzarlo restavo a win

    …poi mi domandano perchè uso Debian e Chakra 🙂

    • personalmente se hai un pc datato ubuntu è sconsigliato
      meglio xubu o lubu o meglio ancora passare a debian o arch

  • Yunanideniz

    lffl è come “Le Chicche di Cala”…. c’è di tutto e di piu’ … mica è tutto oro colato.!!! ma sono sempre dritte … se vuoi le ascolti se no  fa lo stesso…. una sola critica LFFL è  molto RADIO UBUNTU…. Ci sono tante altre distro !!!!!

    • Vellerofonte

      bè ma sinceramente secondo me la soluzione non è certo smettere di leggere lffl (che apprezzo), piuttosto magari smettere di utilizzare qualcos’altro……(chi vuole intendere intenda 🙂 )

      • o passare ad un’altro ambiente desktop come indicato nell’articolo

  • Zio

    quando parli di gestione swap, per fare ciò che dici, il comando da dare non sarebbe vm.swappiness = 90 ?

    • tmp

      allora dare 10 o 90

      • tmp

        90

  • paolo formentini

    preload e prelink mi hanno incasinato un po’ tutto..grossi casini con skype…magari testare e dire qualcosa prima di andare a smanettare certe impostazioni…
    e magari…per i novizi come il sottoscritto…qualche indicazione per tornare allo stato originale sarebbe ben accetta…

    • Gabriele Castagneti

      sudo apt-get purge prelink preload

      Dovrebbe bastare.

      • paolo formentini

        grazie

  • myakin

    ok, dopo i 5 piccoli consigli…re installato tutto…

  • luca

    Dopo che ho digitato questo comando: sudo sed –in-place ‘s/NoDisplay=true/NoDisplay=false/g’ *.desktop^

    mi sono scomparsi dalla home tutti i programmi e non riesco più a visualizzarli dal menù di unity.

  • ma ogni volta dobiamo avviare il terminale x prelink?? ke paaalle!!!

  • Matteo

    prelink è preload sono del tutto inutili, se non addirittura dannosi, da qualche anno ormai.

  • Oleh_

    Una domandina: ho notato il tema delle finestre in: 2. Gestione Swap.
    Vorrei migliorare l’aspetto di Linux Mint e togliere tutto quel verde, come si chiama il tema?
    Grazie

  • Gestire la swap.

    Quando do il comando “sudo nano /etc/sysctl.conf” mi si apre nel terminale il file con tante scritte. Tutte queste scritte sono precedute dal segno del cancelletto.
    Prima di inserire la scritta “vm.swappiness = 10” devo togliere il cancelletto d’avanti?

    • ciro santoro

      io l’ho messo in una nuova riga, senza cancelletto (dopo l’ultima contenente solo #)

  • jasmines

    si ma scrivilo che è in beta, se no devi pubblicare l’articolo il 17…

  • Dario · 753 a.C. .

    ho un mio amico che ho convinto a passare a ubuntu diverso tempo fa e ora ne va soddisfatissimo, ma non ci sa fare con i pc.. io personalemnte aggiorno sempre reinstallando solo la root con la nuova iso.. lui vuole fare dal gestore aggiornamenti, perché non sa fare con partizioni ecc,

    è consigliabile fare come vuole fare lui?? glielo lascio fare o glielo impedisco??

    • Gianluigi Crimi

      Immagino che tu hai installato il sistema con la home separata dal resto.
      In questo caso lascialo fare.
      Anche se l’aggiornamento non va a buon fine (cosa rara ma che potrebbe succedere) puoi sempre reinstallare come fai tu.
      Io personalmente aggiorno un po’ in un modo, un po’ nell’altro.
      Ho avuto l’impressione che reistallando da iso sia tutto più performante in passato.

      • Dario · 753 a.C. .

        sì, io ho la home separata.. gli avevo detto portami il computer che te le faccio anche a te separata.. invece era smanioso di installarlo subito da solo e l’ha installato facendo root e home insieme..

        ok. grazie, allora speriamo che non gli si blocchi l’aggiornamento 😉 sai anche dirmi da cosa è dovuto il fatto che si può bloccare?? in modo da evitare, grazie 😉

        • Gianluigi Crimi

          Può succedere, non tanto che si blocchi l’aggiornamento, quanto che qualcosa vada storto e per esempio non viene aggiornato correttamente un file di configurazione e qualcosa smette di funzionare. Se è l’audio si risolve, ma se ti va a p…e la scheda video o la rete può essere difficile anche cercare una soluzione. Ti ripeto in generale va tutto bene (poi molto dipende dalla configurazione del pc) ma capita. L’aggiornamento è sempre una cosa particolare e ci possono essere un sacco di variabili che gli sviluppatori hanno trascurato. Purtroppo nel mondo pc ci sono un infinità di combinazioni possibili dal punto di vista HW.

          • Dario · 753 a.C. .

            ah ok, grazie.. vabbè ma pure se è l’audio o qalche piccola cosa non posso mettermi a perdere ore su un pc che non è mio anche se è mio amico.. gli dico di farsi un backup dei dati e reinstallare da capo.. e così magari con l’occasione gli faccio fare ta home separata che non mi aveva dato retta ;)grazie dei consigli 😉

  • Federico

    ma ne vale la pena aggiornarlo ora? xD

  • a me da errore : Real Time signal 0

    • il tutto seguendo le istruzioni passo passo e partendo da 13.04

  • andy

    …da terminale digita un bel:

    sudo do-release-upgrade

    Ti darà una lista dei pacchetti da aggiornare, dei pacchetti da rimuovere (a cui puoi rispondere no se ci sono pacchetti che ti servono) e disabilita i repository di terze parti

    • risposta: nessun nuovo rilascio trovato… Il mistero si infittisce

      • ma la versione update è la 13.10 32 o 64 bit??? IO attualmente ho la 13.04 64 bit e non vorrei non avessero ancora rilasciato tale upgrade

        • e poi, male che vada, tra una decina di giorni ci sarà il release ufficiale e tutto dovrebbe andare per il verso giusto e senza intoppi

          • Massimiliano

            io ho la 64bit e mi dà l’ aggiornamento

          • Ma anche a me dice che c’è l’aggiornamento ma non lo fa…

  • Massimiliano

    a me per passare dalla 12.10 alla 13.04 volevo aggiornare da chiavetta ma alla fine l’ aggiornamento mi si è bloccato e ho dovuto reinstallare tutto da capo… stavolta penso che aggiornerò via software updater

  • Che dispiacere gia’ siamo arrivati alla fine della Raring Ringtail..mi manchera’..:D

  • marco

    sapete come fare con Mint ? ho letto che è diverso!

No more articles