Ad aprile 2014 termina lo sviluppo di Windows XP, per incentivare gli utenti che utilizzano ancora il sistema operativo di Microsoft, è nato il nuovo progetto Start Ubuntu vediamo di cosa si tratta.

Start Ubuntu
Microsoft ha deciso che da aprile 2014 il sistema operativo Windows XP non verrà più supportato, per i tanti utenti che utilizzano ancora questo sistema operativo proprietario, Linux potrebbe essere la migliore scelta.
Difatti Linux oltre ad essere un sistema operativo gratuito offre anche un’ottimo supporto per pc datati oltre ad essere sicuro, stabile e, se utilizziamo ambienti desktop come LXDE o XFCE, anche molto leggero.
Per incentivare l’utilizzo di Linux da parte degli attuali utenti che utilizzano Microsoft Windows XP si stanno avviando / organizzando diverse campagne promozionali, esempio il comune di Monaco ha deciso di regale 2.000 cd di Ubuntu 12.04 Precise LTS, mentre la community Ubuntu ha deciso di avviare il progetto Start Ubuntu.

Start Ubuntu è un progetto creato da alcuni utenti della community Ubuntu per promuovere il sistema operativo libero sopratutto agli utenti che utilizzano attualmente sistemi operativi proprietari come Microsoft Windows XP.

Con il progetto Start Ubuntu la community cercherà di avviare una propaganda attraverso blog, eventi ecc per far conoscere Ubuntu e le varie derivate ufficiali come Xubuntu, Kubuntu, Lubuntu e Ubuntu GNOME incentivando gli utenti a provare / testare il nuovo sistema operativo libero.
Il team Start Ubuntu ha deciso di avviare il progetto in varie fasi che partono dalla fase 0 / 1 dove vengono stabiliti i vari obbiettivi ecc, la fase 2 invece punta a rafforzare i mezzi di comunicazione all’interno del team ecc fino ad arrivare alle varie promozioni al fine di raggiungere gli effettivi utenti che utilizzano Microsoft Windows XP.

Per maggiori informazioni o per partecipare ad Start Ubuntu basta consultar la pagina ufficiale del progetto.

  • Singel

    Ale chuje….

  • A parte che erano fermi alla versione 3 per Linux che alla fine della fiera era sempre grazie a Wine, quindi non era proprio nativo per Linux.
    Comunque per me è un altra porcata e la devono smettere nell’escludere il sistema del pinguino.

    • Gabriele Castagneti

      È brutto vedere questo da Google, che da sempre si pubblicizza sostenitrice di Linux.
      Senza contare che Picasa non è nemmeno open source…

      • picasa non è mai stato indicato open source
        inoltre occorreva wine per l’utilizzo
        il client è nato solo per windows e tentato di portare anche su linux
        neppure ubuntu one è open source (tranne il client) e anch’esso pubblicizzato come open

        • Stefano Petroni

          Io non conosco nessun servizio cloud open source…Forse perchè altrimenti trovare falle sarebbe più facile visto che sono servizi nuovi e ricchi di dati sensibili…

          • ownCloud è un servizio di cloud di KDE interamente open source

          • Gabriele Castagneti

            1. Non è di KDE.
            2. OwnCloud è un server da installare. Non è un servizio.

          • OwnCloud è nato e sviluppato da kde leggi qua

            ownCloud is a popular open source community project started at a KDE Community event in 2010 to bring greater flexibility, access and security to data in the cloud.

            è un servizio cloud e interamente open

          • Gabriele Castagneti

            1. Beh, in effetti è stato iniziato da uno sviluppatore KDE, ma non dalla KDE Foundation. Diciamo che è un progetto “collaterale”

            2. Non è un servizio, è un server! In pratica, tu installi questi file scritti in PHP su un server! Che poi esista qualcuno che abbia preso questi files e ne abbia fatto un servizio accessibile a tutti è vero. OwnCloud è il server, FreeCloud/OwnCube sono quelli che ti offrono lo spazio.

          • perché ubuntu one, dropbox e gli altri dove sono su una pendrive?
            sono anch’essi su un server solo che con ownclows i file sono contenuti nel pc oppure come ho fatto io lo installato nel nas e posso accederne e condividerli quando e dove voglio
            inoltre posso usare tutto lo spazio che voglio e non solo pochi gb altrimenti devo pagare come altri servizi web
            ma ripartendo dall’inizio del commento ripeto c’è un’alternativa libera ed è un progetto kde che sia collaterale o meno è cosi

          • Gabriele Castagneti

            “perché ubuntu one, dropbox e gli altri dove sono su una pendrive?”

            Beh, fondamentalmente i server sono i loro. E questa è la differenza tra “servizi” e “server”. Io personalmente non posso occuparmi anche di un server.

        • Gabriele Castagneti

          Ciò non significa che siano giusti entrambi, ma che siano in parte sbagliati entrambi.

    • adobe a tolto flash prima ancora air e tra poco anche il reader
      ma alla fine è meglio cosi meno roba proprietaria e più open
      linux è nato per essere privo di restrizioni

  • Pippo

    Scusate l’ignoranza, ma Picasa per Linux non è sempre stata la versione di Windows fatta girare con Wine? Se ora non la rilascia e supporta più ufficialmente Google non penso cambi molto no?

  • Alex L.

    Google ha fatto molto successo grazie ad Android che è basato sul kernel linux, bella riconoscenza verso il mondo linux!!

    • almeno google lo supporta il kernel a differenza di altre aziende famose

      • Ogni riferimento a Canonical è puramente casuale xD

        • direi:
          ogni riferimento a Canonical è puramente veritiero 😀

          2012/4/21 Disqus

  • Fanno pena…interessi economici…vergognoso..

  • Sinceramente Picasa non l’ho mai usato però da un po’ molti programmi terminano il supporto per Linux..giustamente dici è meglio l’open-source ma alcuni software proprietari sono necessari (imho)

  • LordMax _

    Ottima cosa. Picasa fa un tale casino sul pc che se non c’è è solo meglio.

  • Stefano85paul

    A volte mi chiedo se tutte queste famose imprese che investono nel Pinguino non siano spie assoldate dagli altri SO concorrenti per carpirne i segreti più succulenti e applicarli su di loro in anticipo e poi, una volta compiuta la missione, chiamarsene fuori e segare le gambe al Pinguino in modo da non arrecare danno al Sacro Triangolo Redmond/Cupertino/Mountain View del Monopolio Informatico che li mantiene in vita… No, dico questo perché se questa è la loro missione ci stanno riuscendo alla grande… Spero stanotte di non trovarmi una testa di Cavallo Di Troia nel letto…

  • Non ne sentirò la mancanza! Picasa è uno schifo di programma come quasi tutti i gestori di foto. Io preferisco gestirmi da solo foto e video e mi basta un semplice visualizzatore/lettore.

  • Gino

    Approfitto dell’articolo per chiedervi un consiglio in alternativa a Picasa: un buon software linux per gestione foto con il riconoscimento facciale? Uso Picasa solo per questo (con wine) e approfitterei per lasciarlo a patto di trovarne uno che abbia questa funzione.
    Ciao Gino

    • puoi continuare ad utilizzare picasa attravero wine. Altre applicazioni con questa funzionalitá non ne conosco

No more articles