Debian e l’idea di rendere più veloci i rilasci della versione Stabile

35
120
La nuova versione 7.0 Stabile di Debian ha portato moltissime novità all’interno della distribuzione, dal nuovo installer rivisitato, all’arrivo di Gnome 3 / Gnome Shell, a tanti vari aggiornamenti che rendono il sistema operativo universale sempre più completo e funzionale.
Un problema segnalato da alcuni utenti e sviluppatori è quello di trovarsi una nuova distribuzione appena uscita ma con diverse applicazioni non troppo nuove.
In Debian 7.0 troviamo infatti Gnome 3.4.x quando attualmente è disponibile la versione 3.8, Xfce è presente nella versione 4.8 quando la versione 4.10 è stata rilasciata ben un anno fa, stessa cosa per KDE, presente nella versione 4.8.4 mentre attualmente è disponibile la 4.10.x. Tutto questo è dovuto principalmente al “congelamento” dei pacchetti (freeze), avvenuto ben 10 mesi prima del rilascio, facendo si che la nuova Debian 7.0 Squeeze per alcuni utenti risulti già vecchia al primo avvio.
E’ giusto però ricordare che due delle principali qualità di Debian Stabile sono proprio sicurezza e stabilità ottenute proprio dal freeze e dal rilascio della distribuzione solo in presenza di pochi bug.
Lars Wirzenius, sviluppatore Debian nonché fondatore di Linux Documentation Project e grande amico di Linus Torvalds, ha recentemente avviato una discussione riguardante i tempi di sviluppo che potrebbero essere riconsiderati.

L’idea di Wirzenius sarebbe quella di velocizzare il tempo dal freeze al rilascio della distribuzione Stabile, in modo tale che questa risulti abbastanza aggiornata al rilascio. Logicamente non si avranno freeze di 10/15 giorni come per Ubuntu, ma l’idea sarebbe quella di scendere a 3/4 mesi. Per farlo bisognerebbe per prima cosa ridurre i pacchetti indicati come “fondamentali” e lavorare fin da subito sulla correzione di bug critici (senza aspettare verifiche ecc), una volta corretti i principali bug critici cominciare a verificare se rilasciare o meno la distribuzione anche se contiene bug minimali risolvibili, che non compromettano stabilità e sicurezza della distribuzione.
Alcune procedure potrebbero quindi velocizzare lo sviluppo di Debian Stabile beneficiando cosi anche i canali Sid, Testine e il loro fondamentale sviluppo.
Avere una Debian Stabile pronta ogni 18 mesi anziché ogni 24 potrebbe migliorare non solo lo sviluppo del sistema operativo universale, ma anche tutto lo sviluppo delle sue derivate comprese Linux Mint e Ubuntu.

via