Jolla Ltd aveva annunciato nei mesi scorsi di voler continuare lo sviluppo di MeeGo il SO mobile basato su Kernel Linux sviluppato da Nokia ed Intel.
Lo sviluppo in questi mesi su MeeGo da parte di Jolla ha portato la nascita del nuovo Sailfish un nuovo sistema operativo mobile che vedremo nel 2013 preinstallato in alcuni nuovi smartphone.
Jolla ha rilasciato in questi giorni un video con le prime novità del nuovo Sailfish OS dalla nuova interfaccia grafica alla nuova piattaforma di sviluppo.
Sailfish OS è il nuovo sistema operativo mobile basato su kernel Linux e sviluppato da Jolla e basato sul progetto Meego.
L’interfaccia grafica riprende molto quella proposta in MeeGo Harmattan, con Sailfish OS, Jolla ha voluto migliorare notevolmente la gestione delle applicazioni in multitasking. La struttura delle varie finestre ricorda molto la home di MeeGo Harmattan, interessante anche il nuovo menu a tendina che migliora le gestione ed integrazione con l’applicazione.
Ecco il video di presentazione del nuovo Sailfish OS:

Oltre al video Jolla ha rilasciato anche la nuova SDK Open Source per lo sviluppo di Sailfish OS difatti il nuovo SO viene sviluppato principalmente con Mer Core, Qt oltre al kernel Linux.
Sailfish OS è sviluppato per adattasi non solo a smartphone ma anche tablet, smart TV e sistemi automotive.
Per maggiori informazioni su Sailfish OS consiglio di consultare la home del progetto.
  • psylockeer

    dal video non si capisce bene ma sembra android con i live tiles 🙂

    • MatteoBiasio

      da notare nel video al 50° secondo c’è il robottino di android sullo sfondo….credo che android stia diventando un po come linux per i sistemi operativi nei pc tante derivate e magari con la possibilità di installarli e provarli su qualsiasi smartphone….la vera rivoluzione forse parte da qui…

      • picomind

        Perché può far funzionare parecchie applicazioni android senza alcuna modifica

        • Phoenix

          Sarebbe un bel problema per i produttori di smartphone, ormai sono tutti uguali nel design, e l’utente punta tutto sul sistema installato, quello più comodo e “bello”, quindi una volta data la scelta all’utente di usare il sistema che più piace, si può tenere il suo cellulare per un bel pò di anni senza cambiarlo, aggiornando solo la piattaforma. Una perdita importante per le vendite dei dispositivi, questo si che danneggia il mercato mobile, ma non l’utenza 🙂

          • Alexander83

            Già, i cellulari potrebbero diventare come i pc, ognuno potrebbe installarci quello che vuole e cambiare cellulare solo quando serve veramente

No more articles