Il nuovo Ubuntu 11.10 Oneiric sta portando non pochi problemi per molti utenti, i più noti sono il file manager Nautilus che si chiude senza motivo, il Bootloader Grub non visibile e l’impossibilità di installare pacchetti deb con Ubuntu Software Center ed ora arrivano anche i problemi con il nuovo Desktop Manager LightDm.

Il nuovo LightDm a mio giudizio è l’esempio della nuova release di Ubuntu ossia un progetto nuovo bello da vedere al quanto instabile, difatti molti utenti segnalano l’impossibilità di inserire le password quando si accede terminando la sessione, problemi di visualizzazione e perfino alcuni blocchi durante l’avvio di Gnome Shell e Gnome Classico bloccando il Sistema Operativo a tal punto che dobbiamo procedere con il tanto “amato” tasto reset del nostro Pc.
Come risolvere questo problema?

Se non vogliamo aspettare che il team Canonical risolva i problemi di LightDm l’unica cosa da fare è cambiare Desktop Manager il più indicato è GDM stabilissimo ma poco personalizzabile (e chi se ne frega!) realizzato proprio dal team Gnome e di default su Ubuntu fino alla 11.10.
Installare GDM e impostarlo come Desktop Manager di default su Ubuntu 11.10 è molto semplice basta semplicemente avviare il terminale e digitare:

sudo apt-get install gdm

e confermare.

Durante l’installazione ci apparirà nel nostro terminale una schermata che ci indicherà di confermare l’inserimento del nostro nuovo Desktop Manager e impostarlo di default per farlo nella prima schermata andiamo selezioniamo OK semplicemente cliccando sul tasto Tab e premiamo Invio.

Ora ci verrà chiesto di indicare quale Desktop Manager utilizzare (immagine sotto) con i tasti freccia scegliamo gdm e clicchiamo su Invio.

Al termine riavviamo a avremo il nostro nuovo Desktop Manager GDM perfettamente funzionante e stabile.
Se vogliamo riavere LightDM come Desktop Manager di default basta avviare di terminale e digitare;

sudo dpkg-reconfigure lightdm

e scegliere LightDM.

In caso di problemi o maggiori informazioni basta commentare questo articolo.

No more articles