Manny è un’interessante applicazione con la quale possiamo accedere al nostro account Google Play Music e riprodurre i brani in esso contenuti.

Manny
Google Play Music è un servizio gratuito offerto da Google che ci consente di caricare o acquistare fino a 20.000 brani ed accederne o riprodurli da browser, applicazioni dedicate o device mobile (è disponibile a pagamento anche Google Play Music Unlimited con il quale potremo effettuare ricerche e riprodurre brani da un enorme database in stile Spotify, Rdio, Napster ecc).
Per caricare i nostri brano in Google Play Music basta utilizzare il client ufficiale fornito da Google e disponibile anche per Linux, se invece vogliamo accedere al nostro account senza utilizzare browser o altro possiamo utilizzare Nuvola Player oppure anche Manny progetto open davvero molto interessante.

Manny è un’applicazione open source, scritta in gambas da redsquirrel87 sviluppatore non che lettore di lffl già sviluppatore di altre interessanti applicazioni.
Grazie a Manny potremo avere una semplice interfaccia grafica con la quale accedere al nostro account Google Play Music e visualizzare tutti in esso contenuti. Dall’elenco dei brani (che ricordo abbiamo caricato noi in precedenza con il client Google Play Music Manager) è possibile riprodurli tramite VLC o MPlayer oppure scaricarli nel nostro pc il tutto senza accedere a nessun browser.

Manny per essere avviato richiede Gambas e alcune dipendenze installate nella nostra distribuzione, se abbiamo Ubuntu o derivate basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:ihaywood3/gambas3
sudo apt-get update
sudo apt-get install gambas3-runtime gambas3-gb-desktop gambas3-gb-form gambas3-gb-gui gambas3-gb-image gambas3-gb-settings gambas3-gb-web mplayer vlc wget curl

a questo punto scarichiamo l’applicazione da redsquirrel87 spostiamo il file Manny.gambas nella home e digitiamo:

chmod +x Manny.gambas
./Manny.gambas

Manny è disponibile anche per Arch Linux attraverso AUR.

Home Manny

  • Mr. Blackheart

    praticamente si può usare dropbox su kde senza instalalre nautilus-dropbox e le dipendenze che si porta dietro?

  • Guest

    su archlinux, dentro AUR trovi il pacchetto  dropbox-servicemenu, è ottimo per abbinarlo a Dolphin, ti fa comparire i soliti menu per generare i link publici, o adirittura per “spotare il file nella cartella publica e gerare il link”. Basta un click e poi kde ti informa che il link pubblico è su Klipper, Quindi basta fare incolla per averlo.

    • domani lo testo e semmai preparo l’articolo grazie 1000000 per la segnalazione :)

      • Prego! attento a non confonderlo con il pacchetto dropbox-servicemenu-simple, che sembra migliore, ma a me non ha funzionato.

        PS: tra l’altro facendo un yaourt -Ss dropbox ho trovato tanti altri bei pacchetti.

        Ho appena scoperto e installato dropbox-kde-systray-icons e devo dire che con l’icona nella systray è più amalgamata col tutto. Insomma se ne ricava un’estetica più elegante. Quando sincronizza diventa verde e se c’è qualche problema diventa rossa.
        Ti lascio una schermata:

        http://dl.dropbox.com/u/2088794/schermata-kde3.png

  • Qui trovate anche le icone monocromatiche che meglio si integrano con KDE: http://kde-look.org/content/show.php?content=141519 L’unico problema è che ogni tanto vengono risovrascritte da quelle originali.

  • Antonio

    Grazie della tua guida! Ho installato da poco Debian 7.2 e mi sta dando un pò di noiosi problemi di configurazione. Il problema di non poter lanciare Dropbox all’avvio (come in tutti gli altri SO) era determinante sulla decisione di rimanere in questa distribuzione!
    Grazie!